In una giornata in cui il Ftse Mib fatica ad imboccare una precisa direzione di marcia, continuando a muoversi a ridosso della parità, prosegue in maniera contrastata la seduta dei bancari a Piazza Affari.

Bancari contrastati a Piazza Affari

A rimanere più indietro degli altri è Bper Banca che viaggia in calo dello 0,82%, seguito da Banco BPM che ascende dello 0,69%, mentre Unicredit e Inte Sanpaolo si muovono poco al di sopra dela parità, salendo rispettivamente dello 0,13% e dello 0,22%, ma ad indossare la maglia rosa è Mediobanca che mostra un progresso dllo 0,36%. 

Bancari poco aiutati da buon andamento Spread e BTP

I titoli del settore bancario non riescono a muoversi tutti nella stessa direzione, senza beneficiare quindi dei segnali incoraggianti che arrivano dal fronte obbligazionario.

Lo Spread BTP-Bund viaggia nuovamente in direzione di quota 100 punti base e negli ultimi minuti si presenta precisamente a 101,6 basis points, con una flessione dell'1,55%.

Ben intonati i BTP che calamitano gli acquisti, tanto che il rendimento del decennale arretra dell'1,31% allo 0,903%.

Intesa Sanpaolo: Goldman Sachs alza target. Buy confermato

Ad accendere i riflettori sul settore bancario, o quantomeno su alcuni protagonisti dello stesso, è stata oggi Goldman Sachs.

Gli analisti di quest'ultima hanno confermato una view bullish su Intesa Sanpaolo, con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo ritoccato verso l'alto da 2,95 a 3 euro, valore che implica un potenziale di upside di circa il 20% rispetto alle quotazioni correnti a Piazza Affari.

La banca USA ritiene Intesa Sanpaolo offra uno dei rendimenti maggiori nel settore e gli analisti prevedono maggiori payout ratio rispetto agli obiettivi del management.

Gli esperti hanno ritoccato il taret price per riflettere minori attivi ponderati per il rischio e un maggior eccesso di capitale.

Bper Banca: per Goldman Sachs è da comprare

Tra i bancari da comprare troviamo anche Bper Banca che per Goldman Sachs merita una raccomandazione "buy", con un fair value a 2,7 euro che rispetto ai prezzi correnti a Piazza Affari offre un margine di potenziale apprezzamento di quasi il 32%.

Agli analisti piace Bper Banca che a loro dire viaggia su una bassa valutazione, senza dimenticare l'opzionalità M&A che potrebbe regalare valore al titolo.

Banco BPM: Goldman Sachs mantiene view cauta

Infine, Goldman Sachs è più cauta su Banco BPM, tanto da ribadire il rating "neutral" con un prezzo obiettivo ritoccato da 2,85 a 2,95 euro, valore che implica un potenziale di upside di circa il 7% rispetto ai corsi attuali a Piazza Affari.

Gli analisti spiegano che questo target price riflette un valore fondamentale di 2,67 euro per azione, ponderato al 70%, e un valore M&A di 3,64 uro, ponderato al 30%.
Da segnalare che Goldman Sachs ha messo mano anche alle stime sull'utile per azione, alzandole dell'1%.