Il presente e il futuro dell'auto elettrica protagonisti insieme a Wall Street. Rivian Automotive ha chiuso mercoledì con un rimbalzo del 29,14% a 100,73 dollari di valore, nella giornata del debutto a Wall Street. Tesla da parte sua ha segnato un rally del 4,34% al Nasdaq, nonostante siano arrivate le conferme della prima tranche di vendita di azioni da parte di Elon Musk (il titolo per altro aveva già segnato una perdita del 4,84% lunedì e un tracollo dell'11,99% martedì). Un'Ipo da record e un recupero in extremis per Tesla che in intraday era scivolata sotto i 1.000 miliardi di dollari di capitalizzazione, facendo un piacere a quanti continuano a ritenere che la valutazione dell'azienda texana (da quando ha trasferito la sede da Palo Alto a Austin) sia assolutamente esagerata.

Ipo da record per Rivian. La rivale di Tesla vale già più di Ford

Rivian, come anticipato da Bloomberg, ha venduto 153 milioni di azioni, contro i 135 milioni inizialmente previsti, a un prezzo unitario di 78 dollari, contro una forchetta già aumentata da 57-62 a 72-74 dollari. La raccolta è stata pari a 11,9 miliardi di dollari in quella che è stata la settima maggiore Ipo in Usa degli ultimi 30 anni. Il titolo ha aperto la seduta a 106,75 dollari di valore, toccando un guadagno massimo del 53% in intraday che l'ha spinta oltre quota 100 miliardi di capitalizzazione. A fine giornata Rivian valeva "solo" 85,9 miliardi di dollari, più di Ford Motor (circa 78 miliardi, dopo un crollo del 3,78% mercoledì al Nyse) ma ancora sotto a General Motors (86,0 miliardi, in rialzo dell'1,11%).

Dopo Ipo da record Rivian sfida Ford e Gm sui truck elettrici

Traguardo che è stato raggiunto da una società che finora, nota Ap, ha consegnato circa 150 dei suoi pick-up R1T (non ancora lanciato ufficialmente il secondo, il Suv R1S), e per lo più a dipendenti e amici. Tesla, invece, è una realtà consolidata, certo lontano dai volumi milionari di giganti come Ford, Volkswagen o Toyota, ma con un sicuro controllo dell'emergente segmento delle auto a zero emissioni. Rivian, però, sia rispetto alla rivale diretta che ai Big di Detroit può per lo meno vantarsi di essere arrivata prima, anche se a 70.000 dollari di prezzo base il suo R1T dovrà combattere duramente per tenere indietro la concorrenza del più grosso ed economico F-150 Lightning di Ford o della versione elettrica del Chevrolet Silverado, che Gm dovrebbe presentare al Ces di Las Vegas, la fiera dell'elettronica che si terrà a inizio gennaio.

Rivian record e Tesla in rally. Musk vende 5 miliardi di azioni

Intanto Tesla ha altri questioni in ballo. Dopo che nel weekend il co-fondatore, chief executive e principale azionista Musk aveva chiesto in un sondaggio su Twitter se vendere o meno il 10% della sua partecipazione in Tesla (pacchetto da oltre 20 miliardi di dollari). Al sondaggio su Twitter avevano risposto in oltre 3,5 milioni e il risultato è stato del 57,9% a favore della vendita. E secondo la documentazione presentata presso la U.S. Securities and Exchange Commission (Sec, l'autorità di controllo dei mercati finanziari Usa) Musk ha già venduto quote in Tesla per quasi 5 miliardi di dollari questa settimana. "Un chief executive che chiede ai suoi follower se deve vendere una grande quantità di azioni non potrà mai riflettersi bene sul prezzo del titolo. Detto questo, Musk va preso con le pinze e gli investitori potrebbero rapidamente vedere la cosa come un possibile buy", ha notato Craig Erlam, analista Oanda, citato da Reuters. (Raffaele Rovati)