Nuova chiusura in rialzo per Iren che ha approfittato della buona intonazione del mercato in generale per mettere a segno un ulteriore progresso.

Iren ancora in luce verde

Il titolo già ieri aveva strappato un segno più, salendo dello 0,58% dopo tre sessioni consecutive in ribasso.

Quest'oggi Iren ha mostrato ancora più forza, fermandosi a fine giornata a 2,448 euro, con un progresso dell'1,24% e circa 1,6 milioni di azioni scambiate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 1,9 milioni.

Il titolo ha guadagnato terreno, sostenuto anche dalla conferma bullish di Equita SIM che ha ribadito il suo giudizio dopo un incontro con il nuovo management.

Iren: i temi chiave dell'incontro con il management

Gli analisti parlano di indicazioni positive emerse dal meeting, evidenziando che dalle parole del nuovo CEO di Iren, Armani, si evince in primis la volontà di proseguire in continuità con il precedente piano su settori chiave come le reti, il waste ed i servizi idrici per le potenzialità di crescita nei prossimi anni.

Iren: focus su transizione energetica

In secondo luogo, c'è l'ambizione di focalizzare maggiormente Iren sui temi della transizione energetica, quindi anche sulla generazione, con un occhio alle rinnovabili.

Queste ultime però non seguiranno l’ambizione di posizionare il gruppo tra i maggiori players nazionali, ma di sfruttare le competenze interne a per dare alla società un posizionamento nel settore, quindi con maggiore green-field e meno M&A. Gli analisti di Equita SIM ritengono questo approccio molto valido per una società come IREN.

Iren: quali attese sul piano M&A?

Dall'incontro è emerso inoltre che l’M&A dovrà essere parte del piano strategico di gruppo, con maggiore proattività interna al gruppo (meno dipendenza dalle banche d’affari) per accelerare la crescita anche sul fronte esterno.

L’M&A include anche le partnership (anche con operatori grandi) in un contesto di crescita in cui può essere piu’ profittevole collaborare che competere nei rispettivi ambiti. Grandi operazioni non sono escluse a priori, ma non sono nell’agenda attuale di Iren.

Il piano nazionale di ripresa e resilienza può offrire diverse opzioni di crescita, con progetti nel waste to chemical, in impianti di depurazione in Liguria, nel teleriscaldamento e nell’efficienza energetica e building renovation

Infine, il nuovo piano industriale dovrebbe arrivare già quest’anno, con un respiro di più lungo periodo.

Iren: Equita SIM dice buy

Secondo gli analisti di Equita SIM si tratta di indicazioni positive per un titolo che è eccessivamente sottovalutato rispetto alla crescita attesa ed alla visibilità del business.
Confermata la view positiva su Iren, con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 3,1 euro.