Piazza Affari: un titolo da mettere in portafoglio ora

Focus su un titolo quotato a Piazza Affari, finito sotto la lente degli analisti sulla scia di alcune indicazioni di stampa.

piazza affari iren

Al termine di una giornata positiva per i principali indici di Piazza Affari, gli acquisti hanno avuto la meglio anche per Iren.

Il titolo, dopo aver ceduto ieri lo 0,32%, complici piccole prese di profitto in seguito a tre sessioni consecutive in salita, oggi ha ripreso la via dei guadagni.

Iren torna a salire dopo la pausa di ieri

A fine seduta, Iren si è fermato a 1,888 euro, con un progresso dello 0,75% e oltre 1,16 milioni di azioni passate di mano fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 1,5 milioni.

Iren: rilievi Antitrust su concessioni idro scadute

Secondo quanto riportato da Quotidiano Energia, l’Antitrust avrebbe inviato dei rilievi alla regione Piemonte sul project finance per le concessioni idroelettriche di Iren, siglato qualche mese fa.

Il project finance prevede le condizioni di rinnovo della concessione con investimenti sugli assets, il rilascio di energia ed altre provision a favore dell aregione.

Il project finance prevede comunque la procedura di gara per l’assegnazione della concessione ma da ad Iren il diritto di pareggiare eventuali offerte concorrenti in qualità di promotore, dando alla società quindi maggiore visibilità sulla possibilità di rinnovare l’asset.

L’Antitrust avrebbe dato indicazioni alla regione di modificare le normative regionali in modo da consentire anche ad altri operatori la presentazione di eventuali proposte di project finance concorrenti.

Tra i rilievi dell’Antitrust, anche la richiesta di mettere a disposizione le informazioni concessorie e la documentazioni tecnica in modo da mettere tutti i competitors sullo stesso piano.

Iren: il commento di Equita SIM

Secondo gli analisti di Equita SIM, si tratta di un elemento negativo, che aumenta il grado di competizione per l’asset.

Se la probabilità di alta competizione durante la gara sul project finance, Iren è bassa, per il costo che comporta la partecipazione alla gara in presenza di un diritto di prelazione per Iren, la possibilità di presentare offerte concorrenti potrebbe portare a maggiore competizione nei prossimi mesi.

Il rinnovo della concessioni è un elemento di concern per tutto il settore che è in attesa di possibili interventi governativi sull’eventuale estensione in cambio di investimenti.

Iren genera a regime circa 1,3 TWh di energia da Hydro, di cui il 50% circa è scaduto.

Gli analisti di Equita SIM includono già una componente negativa di circa 150 milioni di euro nella valutazione Iren per contabilizzare il rischio di mancato rinnovo delle concessioni.

Non cambia intanto la view della SIM milanese che su Iren ribadisce la raccomandazione “buy”, con un prezzo obiettivo a 2,6 euro, valore che implica un potenziale di upside di oltre il 37% rispetto alle quotazioni correnti a Piazza Affari.

Iren: la view di Banca Akros

A puntare sul titolo è anche Banca Akros, che oggi ha rinnovato l’invito ad acquistare, con un target price a 2,3 euro.

Commentando le indicazioni riportate da Quotidiano Energia, gli analisti credono che vi sia poca visibilità sul processo di appalto per le concessioni idroelettriche, un settore chiave per il business dell’azienda.