Performance record in borsa e 55 anni consecutivi di aumenti dei dividendi per un leader Usa nei supermercati discount. Nel report di oggi utilizziamo parte della liquidità disponibile derivante dagli ultimi dividendi incassati, per investire su una delle società più interessanti in questo specifico settore dei consumi primari, da sempre preferito dai grandi investitori per le sue capacità difensive, in grado di generare flussi di cassa stabili anche nei periodi di maggiore turbolenza e rallentamento economico. Questo nuovo investimento risulta attualmente sottovalutato, e dovrebbe generare da subito una rendita aggiuntiva per il nostro portafoglio Top Analisti. Nella seconda parte del report, dedicata al portafoglio ETF Italia, acquistiamo una società immobiliare, quotata sulla Borsa di Milano, che detiene un network di oltre 50 centri commerciali, interamente affittati e già produttivi di un reddito annuo elevato, abbinato a potenziali capital gain per i prossimi anni.

La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da una volatilità elevata ancora elevata sui principali indici azionari internazionali, sulle preoccupazioni che il rialzo dei tassi deciso dalla Fed per contenere l'inflazione, possa portare ad un rallentamento economico globale o ad una recessione. In particolare, l'indice S&P500 ha chiuso venerdì scorso a 4.023,89 punti, con un ribasso del 3% nelle ultime cinque sedute. In questo contesto, i nostri portafogli hanno chiuso la settimana con risultati superiori agli indici di borsa. In particolare, Top Analisti, il modello che include le migliori raccomandazioni a dividendo da parte di un pannello di analisti e broker internazionali, ha evidenziato una flessione pari all' 1,4%, attestato a meno della metà rispetto alle flessioni dell'indice, e confermando le capacità difensive del portafoglio, specialmente nei periodi caratterizzati da maggiore volatilità. A questo proposito, il portale Tipranks, che monitorizza le performance di oltre 500.000 portafogli di analisti e investitori di tutto il mondo, ha assegnato al nostro modello Top Analisti, il rating massimo di cinque stelle, classificando il portafoglio nei primi posti per rendimento (numero 1.329 su 513.823 portafogli), con un risultato positivo per l'83% delle raccomandazioni, e una performance media pari al 29,56% medio per transazione negli ultimi 12 mesi.

Di seguito alcune notizie sui titoli presenti attualmente nel portafoglio:

  • BUY su International Business Machines (IBM) - Dividendo 5% e 27 anni consecutivi di aumenti - Kyle McNealy, analista di Jefferies ha ribadito un rating Buy, con un obiettivo di prezzo di $ 165, pari a +23,5%.
  • BUY su Starbucks (SBUX) - Forte rialzo venerdì scorso in borsa per Starbucks dopo la notizia che Howard Schulz, Amministratore Delegato della società, ha acquistato ieri sul mercato 137.500 di azioni della società a $72,67 per un controvalore complessivo pari a $9.992.125.
  • BUY su Microsoft (MSFT) - Dividendo 0,9% e 20 anni consecutivi di aumenti - Ivan Feinseth, analista di Tigress Financial ha ribadito un rating Buy, con un obiettivo di prezzo di $ 411, pari a +57,4%
  • BUY su Sysco (SYY) - Dividendo 2,3% e 52 anni consecutivi di aumenti - Alexander Slagle, analista di Jefferies ha ribadito un rating Buy, con un obiettivo di prezzo di $ 98, pari a +15,6%
  • BUY su Coca-Cola (KO) - Dividendo 2,7% e 60 anni consecutivi di aumenti - Kaumil Gajrawala, analista di Credit Suisse ha ribadito un rating Buy, con un obiettivo di prezzo di $ 68, pari a +3,4%

Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 16,5 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,5. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, preferiamo società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,9. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi: +19,5% (17,9% target medio analisti +3% dividendo medio) secondo le valutazioni medie di 11 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2,1), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell.

Nuovo BUY - Un leader mondiale nei supermercati discount per una stabile rendita da dividendi

Principali motivazioni di acquisto: Quando i mercati si fanno più difficili, i business più conservativi diventano sempre i più richiesti dagli investitori. Tradizionalmente, il settore dei supermercati è stato da sempre presente nei portafogli dei più importanti guru di Wall Street. Warren Buffett, noto per le sue performance record in borsa negli ultimi 50 anni, dopo essere stato per anni tra i cinque principali soci della catena Walmart (WMT), è oggi uno dei maggiori azionisti di Kroger Co. (KR), network con oltre 2700 supermercati. Le motivazioni sono abbastanza semplici: i beni primari sono sempre necessari e anche nei periodi di rallentamento economico i consumatori difficilmente rinunciano ai consumi più tradizionali come alimentari, prodotti per la casa, detersivi, cellulari, farmaci di prima necessità etc. In sintesi, i supermercati sono delle potenti macchine capaci di generare stabili flussi di cassa e dividendi con qualsiasi andamento di mercato. In aggiunta, eventuali aumenti dell'inflazione come quello a cui stiamo assistendo in questi mesi, determinano automaticamente aumenti di prezzo dei prodotti, che si tramutano in aumenti di utili e ricavi per i supermercati. In sintesi, si tratta di investimenti più difensivi, che dovrebbero essere presenti in tutti i portafogli che puntano a una diversificazione adatta per ogni situazione. In particolare, la società che acquistiamo oggi è presente nel nostro portafoglio Top Analisti già da cinque anni senza interruzioni, e vanta già performance maturata record pari a +296% dal nostro primo acquisto. Nonostante il forte guadagno maturato, il titolo presenta ancora quotazioni scontate in borsa, con i maggiori analisti e broker internazionali che attribuiscono al titolo potenziali superiori al 25%. Questa settimana la società comunicherà gli utili trimestrali, e come sempre il titolo sperimenterà una maggiore volatilità, con oscillazioni al rialzo o al ribasso a seconda dei risultati superiori o inferiori alle attese del mercato. Nonostante questo rischio, acquistiamo oggi il titolo in un'ottica di investimento di medio lungo termine, approfittando della particolare situazione del mercato a cui stiamo assistendo.

Descrizione del business: Fondata nel lontano 1902 ed oltre 450.000 dipendenti, questa società gestisce una catena di 2.000 grandi negozi discount in tutti gli Stati Uniti. I prodotti distribuiti sono molto diversificati e in alcuni casi essenziali per la vita quotidiana. L'azienda offre una vasta gamma di elementi fondamentali per la casa, tra cui prodotti farmaceutici, cosmetici e di bellezza, prodotti per la cura personale e del bambino, e per la pulizia degli ambienti. La società distribuisce inoltre prodotti di carta, dvd e musica, film, libri, software per computer, articoli sportivi e giocattoli, giochi elettronici, prodotti hardware, video, abbigliamento per uomo, donna, ragazzi, ragazze, bambini, e neonati, e una vasta gamma di intimo, gioielli, accessori e scarpe. Fornisce inoltre generi alimentari, compresi alimenti secchi, frutta e verdura, latticini, surgelati, bevande, caramelle, snack, gastronomia, panetteria, carni, prodotti per animali, arredamenti per la casa, come mobili, illuminazione, stoviglie, piccoli elettrodomestici, letti e articoli per il bagno, prodotti per il miglioramento della casa, e prodotti automobilistici, così come merci stagionali, che comprendono mobili da giardino e articoli per le vacanze. In aggiunta ai negozi, la società, offre i suoi prodotti attraverso un importante portale di shopping online.

Trend del dividendo: La società vanta un importante primato nei confronti dei suoi azionisti, con aumenti del dividendo per 55 anni consecutivi, classificandosi tra le prime 30 aziende quotate a Wall Street con simili track record. Il dividendo attuale è pari al 1,6% annuo, corrisposto in quattro rate trimestrali, con un Pay Out pari al 22%. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, sono da preferire società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di stabilità delle cedole anche per il futuro.

Trend storico degli utili e previsioni: Negli ultimi 5 anni la società ha incrementato gli utili con una crescita media del 10,8% annuo composto. Per i prossimi 5 anni gli analisti stimano una crescita annua composta degli utili ancora in forte crescita, e pari al 14% annuo.

Multipli di borsa: Il price earning attuale del titolo è pari a 14,6 volte gli utili attesi per il 2022. La capitalizzazione attuale è pari a 100 miliardi, con un rapporto prezzo/ricavi pari a 0,99 volte.

Performance in borsa: Dal 30 giugno 1972 ad oggi il titolo ha messo a segno risultati record, con un rendimento complessivo pari a +32859%, contro un risultato per l'indice S&P500, pari a +3655% nello stesso periodo (fonte Morningstar). Nonostante i brillanti risultati ottenuti, il titolo quota attualmente ad un livello inferiore del 16% rispetto ai massimi toccati a novembre 2021, confermando una interessante opportunità di ingresso a prezzi scontati.

Giudizio degli analisti e valutazioni: Il giudizio medio dei 30 analisti e broker che seguono il titolo è pari a 2,0 BUY su una scala da 1 a 5 (1= Strong Buy, 2=Buy, 3=Hold, 4=Moderate Sell, 5=Sell), con un target medio per i prossimi 12 mesi pari a +26,4% dalle attuali quotazioni di borsa.

Applichiamo ora una valutazione del titolo sulla base del Dividend Discount Model (DDM). Questo sistema è un metodo usato per la valutazione dei titoli a dividendo. Secondo questo metodo, il valore intrinseco di una società è pari alla somma di tutti i dividendi futuri previsti, attualizzati al valore di oggi, secondo un tasso corretto per il rischio, e tenendo conto del fattore tempo. Abbiamo considerato i seguenti parametri per il calcolo:

  1. Dividendo attuale per azione: 3,20 dollari
  2. Stima di crescita futura del dividendo: 8,5% annuo, valore conservativo, sulla base della crescita effettiva del 11,4% annuo, ottenuto dalla società negli ultimi 10 anni
  3. Tasso di sconto applicato: 10% annuo

Applicati questi criteri, otteniamo un valore intrinseco del titolo ad oggi pari a 260,4 dollari. Considerando le ultime quotazioni di borsa pari a 220.15 dollari, il titolo presenta uno sconto pari al 15,5% rispetto al valore calcolato. Sulla base di queste considerazioni, aumentiamo oggi l'esposizione per il nostro portafoglio Top Analisti.

Portafoglio ETF Italia

Descrizione portafoglio ETF Italia: Questo particolare portafoglio è composto esclusivamente da oltre 20 tra ETF e fondi chiusi, tutti quotati sulla borsa di Milano e facilmente negoziabili con qualsiasi banca o intermediario di trading online. Con oltre 40 cedole distribuite ogni anno ai partecipanti e operazioni di trading limitate, il portafoglio ETF Italia costituisce un potente e comodo strumento in grado di abbinare una rendita annua crescente a potenziali incrementi del capitale investito nel medio lungo termine, con una composizione bilanciata di azioni, obbligazioni, fondi immobiliari, materie prime e metalli preziosi. La facilità di utilizzo dello strumento ETF permette di costruire portafogli fortemente diversificati anche con piccole disponibilità, puntando su aree del mondo in forte crescita o su comparti specifici difficilmente raggiungibili con investimenti diretti. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata chiaramente la percentuale di investimento suggerita per ogni ETF. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni ETF con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Movimenti di oggi per il portafoglio ETF Italia.

Dividendo record 8,8% annuo - Un portafoglio di centri commerciali a rendita in Italia e Romania

In uno scenario globale caratterizzato da inflazione crescente, le rendite da affitti acquisiscono maggiore importanza, considerata la capacità difensiva degli investimenti immobiliari. In questo contesto, la scorsa settimana abbiamo incassato il dividendo annuale sulla nostra partecipazione in questa particolare società immobiliare. Sulla base della cedola distribuita, il rendimento sugli attuali prezzi di borsa si attesta al 8,8% annuo, un valore tra i più elevati nel modello ETF Italia. Questa società è l'unica del portafoglio a non essere classificata come ETF, ma come Siiq, ovvero Società di Investimento Immobiliare Quotata. Queste aziende, simili ai Reits (fondi immobiliari Usa) sono quotate in Borsa e investono in immobili destinati esclusivamente alla locazione, Le Siiq, hanno una fiscalità agevolata ma devono rispondere a certi requisiti. In primo luogo devono avere la locazione immobiliare come attività prevalente, e hanno l’obbligo di distribuire almeno il 70% dell’utile netto ai partecipanti. Attualmente ci sono solamente cinque Siiq quotate sulla borsa di Milano.

Questa società è una holding immobiliare completa che possiede un portafoglio di importanti immobili commerciali di prestigio, tutti produttivi di redditi da affitti, divisi tra gallerie di negozi e ipermercati, distribuiti sul territorio dell’Italia e della Romania. Il 93% circa del valore di tale patrimonio è concentrato in Italia: grazie a questi numeri la società rappresenta perciò una delle più importanti realtà del Paese nell'ambito del segmento commerciale retail del settore immobiliare. L'attività è quella di acquisire e gestire immobili, principalmente rappresentati da ipermercati e gallerie, in un'ottica di lungo periodo, con l'obiettivo di estrarre valore grazie a un'attenta attività commerciale e immobiliare, volta a mantenere elevata la qualità del patrimonio stesso nel tempo. Questa azienda è stata la prima realtà italiana a ottenere lo status di SIIQ, Società di Investimento Immobiliare, grazie alla natura prevalentemente locativa dei propri ricavi. Il portafoglio immobiliare è molto segmentato e diversificato in termini di distribuzione geografica. I suoi centri commerciali, che si caratterizzano per una dimensione media, sono tipicamente ubicati in prossimità dei centri urbani e presentano un'area alimentare affiancata da una galleria, suddivisa in superfici di varia metratura. Al 31 dicembre 2021, il patrimonio immobiliare complessivo era pari a 2,14 miliardi di euro ed è quasi quadruplicato in dieci anni. Comprende 54 unità immobiliari in 12 regioni italiane (oltre il 93% del portafoglio) e buona parte dei centri commerciali ha un posizionamento molto forte nel proprio bacino di riferimento.

La rimanente parte del portafolio è situata in Romania, attraverso una tra le più grandi catena di department store del paese. Complessivamente, sono stati stipulati dalla società circa 2.000 contratti di affitto ai singoli operatori commerciali, che generano flussi stabili di ricavi per 152 milioni lordi annui, girati regolarmente agli investitori sotto forma di dividendo a maggio di ogni anno. In un recente studio di Intesa San Paolo del 18 marzo 2022, gli analisti assegnano al titolo un giudizio positivo, con un target di 5 euro e un potenziale pari a +25% dai prezzi attuali, a cui si aggiungono i ricchi dividendi previsti come distribuzioni. Su queste basi, reinvestiamo oggi la liquidità disponibile e aumentiamo l'esposizione sul titolo.