Leonardo ben comprato dopo i dati 2023. Come è andata?

Leonardo ha chiuso su nuovi top di periodo dopo i risultati preliminari dello scorso anno.

Un altro segno più per Leonardo che oggi ha guadagnato terreno per la terza seduta consecutiva, mostrando una maggiore forza relativa rispetto al Ftse Mib.

Il titolo, dopo aver chiuso la sessione di ieri con un rialzo di oltre mezzo punto percentuale, è riuscito a fare ancora meglio oggi.

A fine giornata, Leonardo si è fermato a 20,24 euro, con un progresso del 2,46% e volumi di scambio vivaci, visto che sono transitate sul mercato oltre 7,8 milioni di azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a 2,8 milioni.

Il titolo ha guadagnato terreno dopo che ieri la società ha diffuso a mercati chiusi i dati preliminari del 2023.

Leonardo: i dati preliminari del 2023

Il gruppo ha archiviato lo scorso anno con ricavi in rialzo del 4% a 15,3 miliardi di euro, contro la guidance pari a 15-15,6 miliardi di euro, mentre l’Ebita è salito del 6% a 1,29 miliardi di euro.

Il debito netto è pari a 2,32 miliardi di euro, mentre il freee cash flow è di 635 milioni di euro e la raccolta ordini è salita del 4% a 17,9 miliardi di euro.

Leonardo: il commento di Equita SIM

Gli analisti di Equita SIM evidenziano che i risultati preliminari del 2023 rispettano la guidance e sono coerenti con le attese.

I risultati sotto la linea operativa e le guidance 2024 saranno oggetto di comunicazione alla presentazione del business plan del 12 marzo.

In vista di tale evento, gli analisti della SIM milanese ritengono che il sentiment resti positivo non solo per le discussioni a livello politico per un aumento della spesa militare a livello europeo, ma anche per le aspettative che si sono create intorno a vari temi.

Il riferimento è al taglio di costi/efficientamento della struttura, alle aggregazioni/joint-venture a livello europeo, rinegoziazione dei contratti di fornitura con Boeing per le loss-making aerostrutture, cessione di asset non core e acquisizioni nel settore della cyber security e spazio.

Gli esperti ritengono non sia facile realizzare tutti questi obiettivi, ma l’attuale scenario geopolitico può renderli più agevoli.

Equita SIM mantiene una view bullish su Leonardo, con una raccomandazione “buy” un prezzo obiettivo alzato del 16% a 22 euro, incorporando il re- rating dei multipli di settore senza scenari di M&A.

Leonardo: la view di Intesa Sanpaolo e Banca Akros

A puntare sul titolo è anche Intesa Sanpaolo che oggi ha reiterato l’invito ad acquistare, dopo che la trimestrale ha mostrato numeri sostanzialmente in linea con le sue attese e il consenso, mentre la raccolta ordini ha sorpreso positivamente, deponendo a favore di un outlook di medio termine positivo.

Bullish la view di Banca Akros che da una parte ha ribadito il rating “buy” sul titolo e dall’altra il target price a 21 euro, dopo la trimestrale leggermente migliore delle stime.

Leonardo: Deutsche Bank incrementa il fair value

Buone notizie anche da Deutsche Bank che oggi ha confermato la raccomandazione “buy”, con un un fair value incrementato da 17,5 a 20,8 euro.

Per la banca tedesca, i conti di Leonardo sono stati lievemente superiori alle aspettative in termini di raccolta ordini e di di free cash flow.

Leonardo: la view di Mediobanca

Al coro degli ottimisti si aggiunge anche Mediobanca Research, con un rating “outperform”, confermato dopo i dati preliminari del 2023 e in attesa del Capital Markets Day del 12 marzo.

Davide Pantaleo
Davide Pantaleo
Davide Pantaleo da quasi un ventennio si occupa di Borsa e Finanza. Dopo aver svolto per diversi anni l'attività di promotore finanziario in Italia e all'estero, nel 2005 entra nel team di Trend-online con l'incarico di redattore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
773FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate