Tra le poche blue chips che oggi riescono a snobbare le vendite, muovendosi in controtendenza rispetto al Ftse Mib troviamo anche Leonardo.

Leonardo snobba il calo del Ftse mib e sale per la terza seduta di fila

Il titolo, dopo aver chiuso la sessione di ieri con un progresso di un punto percentuale, oggi sale per la terza seduta di fila, mostrando forza rispetto all'indice di riferimento.

Leonardo negli ultimi minuti si presenta a 6,44 euro, con un progresso dello 0,66% e oltre 4,8 milioni di azioni scambiate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 5,7 milioni.

Leonardo: indicazioni preliminari sul 2021

Il titolo guadagna terreno dopo che la società ha anticipato che, grazie alla performance positiva del business militare/governativo, al minor assorbimento di cassa della divisione Aerostrutture (l’indicazione era di un assorbimento di 350-400mn) e alle azioni di efficientamento, le guidance di ordini, ricavi ed EBITA per il 2021 saranno centrate nella fascia alta degli intervalli.

Per gli ordini era stato indicato un dato pari a 14 miliardi di euro, in rialzo del 2%, mentre i ricavi erano stimati tra 13,8 e 14,3 miliardi di euro, con un incremento del 3%-8% e il free cash flow dovrebbe attestarsi a circa 200 milioni di euro, contro i 100 milioni della guidance.

Leonardo: Equita parla di preliminari migliori delle attese

Per gli analisti di Equita SIM le indicazioni sono leggermente migliori sia delle loro stime che di quelle del consensus, segnalando che queste ultime sono più intorno al punto mediano della guidance.

A detta della SIM milanese l’elemento più positivo riguarda il free cash flow, punto debole dell’equity story, migliore delle attese, ma gli analisti attendono dettagli per capire se sia imputabile ad elementi one-off.

In attesa di conoscere i dati del 2021 e la guidance per il 2022 il prossimo 10 marzo, gli analisti di Equita SIM confermano una view bullish su Leonardo, con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 8,8 euro.