Leonardo cala più del Ftse Mib. Nuovi rumor su IPO DRS

Leonardo mostra più debolezza del Ftse Mib, per nulla sostenuto dalle indicazioni di stampa relative alla quotazione di DRS. Analisti bullish.

Image

Nuova seduta in rosso per Leonardo che, dopo aver ceduto terreno oggi, continua ad arretrare oggi, mostrando più debolezza del Ftse Mib.

Leonardo in calo anche oggi, più debole del Ftse Mib

Il titolo, archiviata la sessione di ieri con un calo di quasi un punto percentuale, oggi ripropone un copione simile, passando di mano a 6,934 euro, con una flessione dello 0,83% e oltre 1,7 milioni di azioni trattate fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 6,2 milioni.

Leonardo: ipotesi IPO DRS in autunno?

Leonardo non reagisce alle indiscrezioni circolate questa mattina, con il quotidiano Milano Finanza che torna ancora sull’ipotesi di quotazione di DRS.

Citando fonti di mercato non precisate, il periodo per la realizzazione dell’operazione ipotizzato sarebbe l’autunno, o comunque entro la fine dell’anno.

Da Milano Finanza si apprende che sono stati inviati alla Sec i documenti aggiornati del prospetto per la quotazione di DRS, senza però alcuna indicazione del prezzo, nè della tempistica. 

Leonardo: Equita SIM commenta le ultime indiscrezioni

Gli analisti di Equita SIM ricordano che lo scorso 24 marzo Leonardo aveva annunciato il rinvio dell’IPO per le "avverse condizioni di mercato che non consentivano un’adeguata valutazione di DRS", dichiarando che avrebbe rivalutato l’operazione "quando le condizioni di mercato sarebbero state favorevoli".

A detta della SIM milanese questo articolo non aggiunge molto rispetto ad un altro pubblicato il 10 giugno dallo stesso giornale, con un contenuto simile: gli analisti non rilevano elementi nuovi che rendano questo scenario più visibile.

In attesa di novità Equita SIM ribadisce la raccomandazione "buy" su Leonardo, con un prezzo obiettivo a 8,8 euro.