Quest'ultima seduta della settimana porta un rimbalzo per Leonardo che ieri ha ceduto quasi un punto e mezzo percentuale, scendendo in controtendenza rispetto al Ftse Mib e occupando la peggiore performance nel paniere delle blue chips.

Leonardo risale la china e si muove in linea con il Ftse Mib

Il titolo oggi riprende quota e si muove sostanzialmente in linea con l'indice delle blue chips, presentandosi negli ultimi minuti a 6,386 euro, con un vantaggio dell'1,11% e oltre 1,8 milioni di azioni transitate sul mercato fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a quasi 4,9 milioni.

Leonardo: accordo con sindacati per pre-pensionamento dipendenti

Leonardo risale la china dopo che ieri, facendo seguito all’accordo quadro siglato nel dicembre 2020, la società ha finalizzato coi sindacati il piano per il pre-pensionamento fino a 500 dipendenti della divisione aerostrutture nel triennio 2021-2023.

Il programma prevede anche la ricollocazione progressiva di altrettante risorse in altre divisioni del gruppo.

Leonardo al vaglio di Equita SIM

Equita SIM evidenzia che non c'è nessuna modifica ai numeri, in quanto gli analisti ritengono che i costi non ricorrenti che verranno registrati nel secondo trimestre 2021, siano già inclusi nei circa 100 milioni di euro di oneri di ristrutturazione che hanno nelle nostre stime per l'intero 2021.

Nessun intervento sulla strategia suggerita per Leonardo, con la conferma di una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 8,8 euro.