Trasporto aereo in crisi? La pandemia di coronavirus ha colpito duramente il settore dell'aviazione commerciale, mostrando in tutta la loro evidenza problemi che già esistevano da tempo. La soluzione? Per Lufthansa sono i treni. Il colosso dei cieli, infatti, coopererà con Deutsche Bahn (le ferrovie tedesche) su servizi di collegamento espresso che potrebbero andare a sostituire del tutto diverse tratte a corto raggio. A partire da luglio Berlino, Amburgo, Brema, Münster e Monaco di Baviera saranno collegate attraverso servizi ad alta velocità con l'hub di Lufthansa a Francoforte. Ed entro dicembre il numero delle tratte, e della città coperte dal servizio, sarà incrementato. 

Contro la crisi Lufthansa scommette sui treni di Deutsche Bahn

La nuova strategia di Lufthansa è però figlia anche delle enorme pressioni che le maggiori compagnie aeree subiscono dal punto di vista ambientale. Come ricorda Bloomberg, in diversi Paesi europei le autorità stanno spingendo per scoraggiare l'uso dell'aereo per i tragitti più limitati. E i colossi come Lufthansa sono finiti sotto accusa perché, a differenza di low-cost come easyJet e Ryanair, volano con aerei meno pieni sulle tratte a raggio corto. Il risultato è che dal punto di vista delle emissioni Lufthansa come pure Air France-Klm sono considerate meno "virtuose". Il gruppo franco-olandese, per esempio, ha ottenuto dallo Stato francese aiuti nel pieno della crisi del Covid-19 a patto d'incentivare l'uso del treno sulle tratte più brevi. La stessa Lufthansa, per quanto riguarda la controllata Austrian Airlines, ha dovuto subire l'aumento delle tariffe sui voli inferiori a 350 chilometri.

Anche Alitalia dice addio alle tratte brevi (e meno profittevoli)

Non solo inquinamento, però, visto che lo spinoso tema della profittabilità dei voli più brevi è da anni un nodo cruciale per il settore del trasporto aereo. Anche nel nostro Paese la situazione non è tanto diversa per quanto non sia immediato il paragone con le strategie di una compagnia aerea in amministrazione straordinaria quale Alitalia. Il piano industriale della newco Italia Trasporto Aereo prevede un deciso intervento sulle rotte che, ovviamente colpirà soprattutto quelle brevi e meno battute, come Bologna-Catania, Genova-Olbia, Alghero-Trieste. E non ci saranno più collegamenti tra Roma e Pisa o Milano e Trapani.

(Raffaele Rovati)