Chiusura vivace ieri per Maire Tecnimont che, dopo aver avviato la settimana sostanzialmente con nulla di fatto, riportando un frazionale rialzo dello 0,06%, ha catalizzato gli acquisti il giorno dopo.

Maire Tecnimont in buon rialzo ieri

Ieri il titolo ha terminato le contrattazioni a 3,584 euro, con un progresso dell'1,99% e volumi di scambio vivaci, visto che sono transitate sul mercato circa 1,7 milioni di azioni, quasi il doppio della media degli ultimi 30 giorni.

Maire Tecnimont si è sintonizzato con la buona impostazione del settore oil, che ha guadagnato terreno sulla scia del nuovo rialzo del petrolio, salito ieri ai massimi dagli ultimi 7 anni, a 82,6 dollari in chiusura di sessione.

Maire Tecnimont: la preview di Equita SIM sulla trimestrale

Intanto, Maire Tecnimont è finito sotto la lente degli analisti di Equita SIM che hanno presentato la loro preview in vista dei conti del terzo trimestre che saranno diffusi dal gruppo il prossimo 4 novembre.

Gli analisti si attendono una lieve crescita dei volumi su base sequenziale, grazie al miglioramento delle condizioni di operatività nei vari cantieri e all’incremento degli ordini degli ultimi 12 mesi.

Equita SIM si aspetta inoltre un lieve miglioramento della posizione finanziaria netta, grazie agli anticipi provenienti dall’assegnazione di nuovi contratti e alla prosecuzione della normalizzazione del capitale circolante netto.

Guardando nel dettaglio alle stime di Equita SIM sui conti del terzo trimestre di Maire Tecnimont, gli analisti puntano su ricavi pari a 750 milioni di euro, in rialzo del 15% anno su anno e del 7% su base trimestrale.

L'Ebitda è visto a 45 milioni di euro, in crescita del 15% rispetto allo stesso periodo del 2020, mentre l'utile netto adjusted è stimato a 20 milioni di euro, in rialzo del 24% anno su anno.

L'indebitamento finanziario netto dovrebbe attestarsi a 18 milioni di euro, in miglioramento rispetto ai 31 milioni del secondo trimestre di quest'anno, mentre gli ordini dei primi 9 mesi dell'anno sono attesi a 3,2 miliardi di euro.

Maire Tecnimont: gli analisti mettono mano alle stime

In attesa dei conti ufficiali, gli analisti hanno deciso di limare le stime EBITDA 202 dell'1%.
Gli esperti ritengono che le generalizzate problematiche legate ai ritardi della supply chain sulle materie prime possano avere implicazioni anche per Maire Tecnimont.

La SIM milanese ritiene meno probabile la parte alta del range di guidance 2,8-3 miliardi di euro sul 2021.
Gli analisti indicano che le loro nuove stime 2021 parlano di ricavi rivisti da 3,004 a 2,954 miliardi di euro, mentre la previsione di EBITDA è stata modificata da 180 a 177 milioni di euro.

Gli analisti di Equita SIM fanno sapere di essere costruttivi sull’investment case di Maire Tecnimont grazie alle migliorate prospettive in alcune industrie clienti (petrolchimica, monetizzazione del gas), all’assegnazione di 3,2 miliardi di euro di contratti da inizio anno e al migliorato equilibrio di bilancio negli ultimi trimestri.

Maire Tecnimont: Equita SIM resta cauta

Il titolo tratta com multipli al di sopra della media a 5 anni e il rerating del multiplo è ragionevole in un contesto più ottimista sulla raccolta ordini nel segmento Green Energy che merita multipli più elevati rispetto al segmento Hydrocarbons.

La raccolta ordini nel segmento Green Energy (NextChem) è ragionevole che possa manifestarsi con l’aggiudicazione di contratti significativi dal 2022 in avanti.

Confermata la view cauta su Maire Tecnimont, con una raccomandazione "hold" e un prezzo obiettivo a 3,15 euro.