Non finisce la corsa di Moderna, la biotech del Massachusetts uscita trionfatrice dalla crisi del Covid-19 grazie al suo vaccino basato sull'Rna messaggero. Moderna dopo avere chiuso in rally del 5,28% giovedì (migliore performance di un Nasdaq in declino dello 0,70%) ha toccato un ulteriore rimbalzo dell'8% in premarket. Il motivo? L'annuncio, da parte di S&P Dow Jones Indices, del prossimo ingresso del titolo nell'S&P 500.

Moderna diventa sempre più buy grazie al suo vaccino

Se Moderna nell'ultimo anno è stato uno dei titoli più raccomandati a Wall Street, l'ingresso nel benchmark Usa non fa che rafforzare il giudizio buy. Visto che tutti i fondi indicizzati sull'S&P 500 avranno un motivo più per acquistare azioni Moderna. Sostenendo ulteriormente una performance ha visto la start-up di Cambridge guadagnare il 130% nel 2021 e quasi il 220% negli ultimi dodici mesi. Superando di slancio quella quota 100 miliardi di dollari di capitalizzazione che gli analisti ipotizzavano lo scorso febbraio.

Il vaccino regala a Moderna l'ingresso nell'S&P 500

Come comunicato da S&P Dow Jones Indices, il prossimo 21 luglio Moderna rimpiazzerà Alexion Pharmaceuticals, in fase di acquisizione per 39 miliardi di dollari da parte di AstraZeneca (l'operazione a inizio mese ha ottenuto il via libera da parte della Commissione europea). E curiosamente le strade di Moderna e AstraZeneca si sono incrociate più volte e non solo perché entrambe hanno prodotto i vaccini più utilizzati nella pandemia di coronavirus (insieme ovviamente a quello di Pfizer e BioNTech). Nel corso del 2020, infatti, la big pharma anglo-svedese aveva infatti incassato oltre un miliardo di dollari dalla vendita di azioni Moderna, acquistate quando la start-up era sostanzialmente sconosciuta e che solo lo scorso anno avevano moltiplicato di cinque volte il loro valore.

Come Moderna anche BioNTech è buy al Nasdaq

Intanto buona performance anche per l'altra rivelazione nella guerra al coronavirus, la tedesca BioNTech, in rally intorno al 3% sia a Francoforte che, riavvicinandosi alla riapertura di Wall Street, al Nasdaq. Uno studio pubblicato da The Lancet ha mostrato che il vaccino contro il Covid-19 di BioNTech (come quello di Moderna basato su sull'Rna messaggero) ha prodotto 10 volte più anticorpi rispetto a quello a base di virus inattivato della cinese Sinovac.

(Raffaele Rovati)