La seduta di ieri ha visto un ritorno degli acquisti su Mondadori che dopo ben 8 giornate consecutive in flessione ha trovato la forza per rimbalzare.

Mondadori recupera dopo 8 sedute in calo

Archiviata la sessione di martedì con un calo di oltre un punto percentuale, il titolo ieri è salito dell'1,96% a 2,08 euro, con volumi di scambio elevati, visto che a fine giornata sono transitate sul mercato oltre 2 milioni di azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 450mila.

Mondadori: accordo per acquisire quota del 50% i DeA Planeta Libri

Mondadori è finito sotto la lente dopo che la società ha raggiunto un accordo per acquisire una partecipazione del 50% di DeA Planeta Libri, attiva nel settore dei libri trade con focus sui segmenti ragazzi e non-fiction.

Dea Planeta controlla inoltre Libromania attiva nella promozione editoriale di editori terzi.
Mondadori consoliderà la nuova società, che sarà rinominata De Agostini Libri e che nel 2021 è attesa registrare ricavi per 12,6 milioni di euro ed un EBITDA in sostanziale pareggio.

Il prezzo è stabilito in 4,5 milioni di euro e l’operazione, seppure non rilevante ai fini Antitrust, è comunque soggetta alle autorizzazioni dell’Autorità per la concorrenza.

Equita SIM parla di una ulteriore piccola acquisizione che conferma il focus del gruppo sulla crescita nel settore libri attraverso M&A deals.

Mondadori: possibile cessione di Donna Moderna e altri magazines

Ieri a tenere banco sono state le indiscrezioni riportate da Milano Finanza, secondo cui Mondadori starebbe trattando la cessione dei magazines Donna Moderna e CasaFacile a alla casa editrice Stile Italia Edizioni, controllata al 75% da Maurizio Belpietro.

Stile Italia Edizioni aveva già acquisito altri periodici da Mondadori nel 2019 (Confidenze, Cucina Moderna, Sale&Pepe, Starbene e Tustyle a Stile).

L’obiettivo di Mondadori sarebbe quello di definire la cessione entro fine anno e sarebbero già stati avviati i contatti con i sindacati per presentare il deal.

Per le 21 edizioni internazionali di Donna Moderna, Mondadori starebbe invece trattando con il gruppo americano Pantheon.

Infine, Milano Finanza sottolinea che anche altri due mensili e cioè Interni e Casabella potrebbero essere ceduti nel corso del 2022 e questa volta il potenziale acquirente sarebbe BbInformation di Roberto Briglia e Gianni Vallardi.

Mondadori sotto la lente di Equita SIM

Secondo Equita SIM l’operazione di cessione è coerente con la strategia della società nell’area media di concentrarsi nelle attività digital, dove la pubblicità continua a crescere a doppia cifra, e ridurre la presenza nei magazines ed in particolare in quelli le cui revenues sono maggiormente esposte alla raccolta pubblicitaria come Donna Moderna.

Nel settore magazines l’obiettivo della società è di mantenere le testate maggiormente esposte alla circulation e soprattutto agli abbonamenti che assicurano un cash flow positivo e con contrazioni ragionevoli.

A detta degli analisti andranno verificati gli oneri di ristrutturazione legati all’operazione, ma gli esperti ritengono corretta la strategia del gruppo perché vengono a ridursi i rischi di future perdite dal settore megezines e si valorizzano le aree più interessanti della società, cioè la scolastica, i libri trade e l’area digital nel settore media.

Gli analisti di Equita SIM mantengono invariata la raccomandazione "buy" su Mondadori, con un prezzo obiettivo a 2,9 euro.