Michael O’Leary non ha dubbi. Nell'estate 2021 si tornerà a viaggiare e Ryanair scommette anche su una ripresa dei voli turistici. "Al momento sono tutti molto presi dal panico per i viaggi internazionali ma siamo solo alla metà di marzo", ha sottolineato l'istrionico chief executive della low-cost irlandese, secondo quanto riporta Bloomberg. "Visto che le vacanze scolastiche iniziano da giugno a luglio ciò coinciderà con tassi di vaccinazione molto alti. Non solo nel Regno Unito, ma anche in Europa", ha ricordato O'Leary, che ha dichiarato di attendersi di volare con il 50% della capacità pre-pandemica per l'inizio dell'estate. La quota, però, dovrebbe raggiungere l'80% tra luglio e settembre.

Per O'Leary con la chiusura delle scuole ripartirà il turismo

Una dimostrazione di ottimismo che appare in netto contrasto con i dubbi delle autorità di Londra. Il premier Boris Johnson, tra una citazione di Gordon Gekko e l'altra, ha dichiarato che aggiornerà il Paese entro il 5 aprile, una settimana prima di quanto previsto in occasione della presentazione del piano in quattro fasi per il "ritorno alla normalità" lo scorso mese. Il "liberi tutti", in teoria, sarebbe dovuto arrivare il 21 giugno e maggiore elasticità sui voli già dal 17 maggio ma quest'ultima data sembra oggi meno certa, considerando anche che proprio in questi giorni sono state annunciate nuove regole (che potrebbero entrare in vigore il 29 marzo) che prevedono 5.000 sterline (oltre 4.200 euro) di multa per chi tenterà di lasciare il Paese senza concrete motivazioni (ovvero per andare in villeggiatura).

E intanto Ryanair aumenta le rotte per l'estate. Anche in Puglia

"Sarà molto difficile convincere la popolazione britannica a farsi le vacanza a casa quando tutti saranno stati vaccinati", è stato il commento di O'Leary. E intanto Ryanair non sta ad aspettare. Il vettore ha infatti annunciato 26 nuove rotte dalla Gran Bretagna, verso le destinazioni più gettonate di Francia, Grecia, Portogallo, Spagna e Italia. Nel nostro Paese Ryanair punta forte sulla Puglia, con un nuovo aereo di stanza a Bari (per un investimento di 100 milioni di dollari) e dieci rotte aggiuntive per l'aeroporto Karol Wojtyła e quello di Brindisi (che sarà collegata con voli diretti anche a Madrid e Malta). "Siamo orgogliosi di continuare a posizionare la Puglia come una delle destinazioni nazionali e internazionali più forti d’Italia", ha dichiarato Jason Mc Guinness, direttore commerciale della società di Dublino.

(Raffaele Rovati)