Zooplus vola a Francoforte. Il titolo del retailer online di prodotti per animali scambia infatti in rally di oltre il 40% in scia all'annuncio dell'accordo per l'acquisizione da parte di Hellman & Friedman. Il private di San Francisco ha messo sul piatto 390 euro in contanti per azione Zooplus, pari a un premio del 40% rispetto alla chiusura di giovedì a Francoforte e per una valutazione dell'azienda di Monaco di Baviera di circa 3 miliardi di euro. Hellman & Friedman, che non è nuova a investimenti in società tedesche (da Axel Springer ad AutoScout24), si è impegnata in modo irrevocabile ad acquistare il 17% del capitale e, nel caso di successo dell'Opa, il private ha l'intenzione di togliere Zooplus dal listino (la società è quotata dal 2008).

Settore pet protagonista con la pandemia: Opa su Zooplus

Zooplus è un nome che dirà poco a chi non è un amante degli animali ma è un colosso della distribuzione di alimenti e accessori attivo in 30 Paesi europei. Il gruppo ha chiuso il 2020 con una crescita delle vendite del 18% (20% nel solo quarto trimestre) a 1,80 miliardi di euro. Zooplus è stata una delle aziende che meglio sono riuscite a monetizzare uno degli effetti collaterali della pandemia di coronavirus: durante il lockdown, infatti, è stata registrata una decisa accelerata del fenomeno, già da tempo in atto tra le economie occidentali, che vede una costante crescita del numero di animali domestici e del business associato ai pet.

Da Hellman & Friedman Opa da 3 miliardi su Zooplus

Fenomeno evidente già dallo scorso autunno, che si è concretizzato anche a livello di operazioni societarie. Sono state 27 le fusioni e acquisizioni che hanno riguardato il settore pet nel 2020 e se nel terzo trimestre era stato registrato un declino del 10,3% rispetto al pari periodo del 2019 il dato va parametrato al crollo del 40% segnato dall'M&A in generale. A guidare il trend sono stati proprio private equity come Hellman & Friedman, protagonisti del 51% delle operazioni concluse lo scorso anno. Insomma, è evidente che il settore abbia prospettive più che rosee. Solo negli Usa, secondo recenti stime di Morgan Stanley, si prevede che il fatturato raggiunga i 275 miliardi di dollari entro il 2030, dai 118 miliardi incassati nel 2019.

Non solo Zooplus. Tutto il settore pet in costante crescita

Il pet market europeo in rapida trasformazione offrirà opportunità significative a chi sarà in grado di gestire il costante spostamento verso l'online, soddisfare e andare oltre le aspettative dei clienti in continua evoluzione e aumentare la scelta di prodotti e servizi rilevanti per gli amanti degli animali. Grazie a Hellman & Friedman otteremo competenze settoriali aggiuntive, supporto pratico, flessibilità finanziaria e focus di lungo periodo necessari per cogliere questa opportunità di mercato unica in modo più efficace. Siamo convinti che l'attuale congiuntura richieda una chiara focalizzazione sul prevalere nel settore nel lungo, dando priorità alla crescita sostenibile e agli investimenti che creano valore prima che agli utili di breve e medio. Strategia pienamente sostenuta da Hellman & Friedman", ha dichiarato Cornelius Patt, chief executive di Zooplus.

(Raffaele Rovati)