Chiusura d'ottava debole per Piaggio che ieri non ha evitato un piccolo segno meno dopo due sessioni consecutive in positivo.

Piaggio frena dopo il rally

Non più tardi di giovedì scorso il titolo ha messo a segno un rally di oltre il 4%, mentre ieri si è fermato poco sotto la parità.

A fine sessione Piaggio si è presentato a 2,494 euro, con un frazionale calo dello 0,24% e quasi 1 milione di azioni trattate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a poco meno di 800mila.

Piaggio: per Berenberg è da comprare

Giovedì scorso il titolo ha messo a segno un bel rally dopo che Berenberg ha avviato la copertura sul titolo con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 3,4 euro.

Il broker ritiene che il mercato sia sottovalutando il reale valore di marchi di Piaggio che invece sono più robusti che mai.
In aggiunta a ciò, gli analisti ritengono che Piaggio su valori attuali offra interessanti opportunità di acquisto.

Piaggio: la preview di Equita SIM sui conti del 1° trimestre

Più cauta la view dei colleghi di Equita SIM che ieri hanno reiterato la raccomandazione "hold", con un target price a 3,2 euro.

Gli analisti hanno presentato la loro preview sui conti del primo trimestre di Piaggio che saranno diffusi il prossimo 2 maggio.

La SIM milanese si aspetta un trimestre caratterizzato da una solida crescita della top-line, ma margini in calo di circa 120 punti base per aumento costi su RM e logistica.

In particolare, la top-line è vista in rialzo del 7,3% anno su anno, grazie al contributo delle due ruote nell'area EMEA e in quella Asia-Pacifico e ai veicoli commerciali in Europa.

Ancora una volta debole il mercato indiano sia per i veicoli commerciali che per le due ruote, con un fatturato in calo rispettivamente del 12% e del 29%.

Quanto all'Ebitda margin, i margini sono attesi al 13,4%, in contrazione di circa 120 punti base sui livelli del primo trimestre 2021 per effetto dell’aumento dei costi di shipping/componentistica solo parzialmente compensati dalla maggiore leva operativa.

Il debito netto è visto in peggioramento da 380 a 422 milioni di euro, principalmente per l’effetto stagionale del capitale circolante netto.

Nel dettaglio, Equita SIM si aspetta per il primo trimestre un utile netto di 10,9 milioni di euro, in calo del 2%, mentre il fatturato dovrebbe salire del 7% a 413 milioni di euro. L'Ebitda dovrebbe scendere dell'1% a 55,5 milioni di euro.

Piaggio: Equita SIM rivede le stime

Alla luce della preview e dei dati di mercato del primo trimestre 2022, gli analisti hanno effettuato un lieve aggiustamento delle loro assunzioni geografiche, senza però modifiche sostanziali alle loro stime di gruppo 2022-2024.

Il focus della conference call sarà sull’andamento della domanda in EMEA e nell'area Asia-Pacifico, e sulla dinamica dei costi delle RM e soprattutto della logistica per capire la raggiungibilità delle loro stime.