Il pacchetto di stimoli fiscali da 1900 miliardi di dollari, che potrebbe vedere la luce già questa sera oltreoceano, impatta positivamente sui principali mercati azionari del Vecchio Continente che arrivano al giro di boa in generale territorio positivo mettendo al momento da parte i timori riguardanti una risalita dell'inflazione, che ha avuto effetti sui mercati obbligazionari con i rendimenti decennali americani che solo nella seduta di ieri si erano spinti in area 1.6%.

In questo contesto da monitorare sarà una serie di aste di titoli di Stato da parte del Tesoro USA per capire la risposta che arriverà da parte degli investitori.

Sul mercato delle valute l'Euro recupera alcune posizioni nei confronti del Dollaro passando di mano oltre la soglia degli 1.19; il movimento odierno, catalogato come un normale rimbalzo, non cambia la tendenza ribassista in atto che verrebbe messa in un angolo solo con ritorni oltre la soglia degli 1.20

Tra le Materie Prime arriva il rimbalzo del GOLD, a contatto con i forti supporti e minimi della primavera 2020 in area 1770-1775 $, con i prezzi che si portano oltre la soglia dei 1700 $ oltre i quali si potrebbero avere allunghi fin verso i 1725-1730$ l'oncia.

L'analisi del FTSE Mib

Dopo il rally di ieri prosegue il recupero del nostro indice principale con i prezzi che si portano oltre l'area dei 23800 punti; nel breve, il break dei 23650 punti arrivato nella seduta di ieri, migliora senza dubbio il quadro grafico del FTSE Mib che apre le porte ad una prosecuzione del trend verso la soglia dei 24 mila punti.

Se nella giornata di ieri era stato il settore bancario a dare spinta al mercato oggi sono i titoli industriali a guidare gli acquisti con PRYSMIAN che sembra aver voglia di portare in direzione delle prime resistenze poste in area 27.50 euro e ancora STELLANTIS oramai attesa al test dei massimi nei pressi dei 15 euro

Vuoi scoprire i titoli che stanno per dare un segnale di acquisto? Abbonati ai nostri SEGNALI DI TRADING cliccando qui