Pirelli raccoglie consensi dopo i dati di ottobre

Pirelli poco mosso dopo le indicazioni sui volumi dello scorso mese: la view degli esperti.

pirelli volumi ottobre

Tra le blue chip che oggi provano a sintonizzarsi con l’andamento leggermente positivo del Ftse Mib troviamo anche Pirelli.

Pirelli intorno alla parità

Il titolo ieri aveva chiuso gli scambi in calo, cedendo lo 0,13% dopo cinque sedute consecutive in rialzo.

Anche oggi Pirelli si muove a poca distanza dalla parità e negli ultimi minuti viene fotografato a 4,556 euro, con un rialzo dello 0,13% e oltre 800mila azioni passate di mano fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 1,8 milioni.

Pirelli: i dati di mercato di ottobre

Il titolo finisce sotto i riflettori sulla scia dei numeri relativi alle vendite del mese scorso.

Sulla base dei dati di mercato di ottobre pubblicati da Pirelli, gli analisti di Equita SIM stimano che i volumi sell-in globali del segmento auto siano cresciuti intorno al 4% anno su anno, simile al +3,5% che gli esperti hanno derivato dai dati di Michelin.

Ancora una volta il segmento HV, che solo Pirelli comunica, ha nettamente

sovraperformato lo standard, permettendo di mantenere il mix prodotto positivo.

L’OE globale ha mostrato un rialzo del 5% anno su anno, di cui Europa +14% dopo la debolezza di settembre, archiviato con una flessione del 6%, Nord America stabile, con un incremento del 6% da inizio anno, penalizzato dallo sciopero presso i 3 big statunitensi.

Cina +5% dopo 4 mesi di calo, sostenuta dai sussidi governativi e da riduzioni di prezzo, con un rialzo dell’1% da inizio anno.

L’AM globale è salito del 4%, con l'High Value che ha continua a sovraperformare lo standard, di cui Europa -1%, con HV ≥18" a + 8%, contro uno standard di -3%.

Nord America +12%, con HV ≥18'' a +14% rispetto a uno standard +10% e Cina +10% su una base di confronto ancora favorevole.

Pirelli: il commento di Equita SIM

Gli analisti di Equita SIM evidenziano che i dati di ottobre garantiscono visibilità alla stima di mercato, sia di Michelin. -1/+1% anno su anno, che è migliorata rispetto al precedente -3/0% per la resilienza dell’AM in nord America, sia di Pirelli, con -1% dal precedente -2% per il miglioramento dell’High Value.

Non cambia la view di Equita SIM, che sul titolo reitera la raccomandazione “buy” con un prezzo obiettivo a 5,9 euro.

Pirelli sotto la lente di Intesa Sanpaolo

A scommettere su Pirelli è anche Intesa Sanpaolo, che oggi ha ribadito l’invito ad acquistare, con un target price a 5,8 euro, dopo i dati sulle vendite relativi al mese di ottobre.

Gli analisti accolgono con favore il miglioramento del trend nel canale Replacement, che dovrebbe sostenere un ritorno a volumi leggermente positivi per Pirelli nel quarto trimestre.

Intesa Sanpaolo si aspetta poi ulteriore forza per il canale nel 2024, con gli pneumatici High Value che sovraperformano il segmento Standard.

Ciò, secondo gli analisti, depone a favore del mix di prezzo e dei margini per il prossimo anno del gruppo, nonostante il difficile contesto macro.