E' stata una giornata all'insegna degli acquisti quella odierna sui principali mercati azionari europei che, dopo un open cauto, chiudono vicini ai massimi intra grazie alle nuove rassicurazioni arrivate da Powell che nell'audizione alla Camera USA ha tranquillizzato gli investitori non solo sulla politica monetaria espansiva ma anche sui timori riguardanti l'inflazione statunitense che almeno nel breve e medio periodo non tornerà ai target della FED.

Sul mercato delle valute poco da segnalare rispetto agli ultimi aggiornamenti con l'Euro che nei confronti del Dollaro manca al momento il break dei massimi dell'ultimo mese posizionati nei pressi degli 1.2170 oltre i quali si avrebbe una prosecuzione di quel recupero innescatosi il 5 Febbraio.

Al contrario prosegue il rally del Petrolio con il Crude Oil oramai lanciato sui massimi del 2020 posti in area 64-64.50 $ dove in prima battuta potrebbero arrivare delle normali prese di beneficio.

L'analisi del FTSE Mib

Dopo 5 sedute nelle ultime 6 all'insegna delle vendite quella odierna vede il recupero anche per il nostro indice principale con le quotazioni che tornano oltre la soglia dei 23mila punti;

nel breve importante sarà la tenuta di questi livelli per evitare che quella fase correttiva innescatasi la scorsa settimana possa proseguire in direzione dei 22500-22550 punti dove transita sia la media mobile a 50 giorni che il "supertrend" su base daily che nella giornata di ieri avevano riportato acquisti sul nostro mercato.

Tra i titoli "hot" segnalo TELECOM, che in scia agli ottimi dati trimestrali si porta oltre le forti resistenze poste in area 0.41 euro sopra i quali si avrebbe un segnale di forza e LEONARDO, che dopo essersi portata oltre i 6.6 euro avrebbe un prossimo target sui massimi degli ultimi 10 mesi in area 7.4 euro.

Buon trading

Vuoi abbonarti ai nostri SEGNALI DI TRADING? clicca qui