Non c'è due senza tre e così anche oggi Prysmian ha messo a segno un altro rialzo, salendo per la terza seduta consecutiva.

Prysmian in rally: terzo segno più di fila

Il titolo, dopo aver guadagnato ieri quasi tre punti percentuali, è riuscito a fare ancora meglio oggi, conquistando la prima posizione nel paniere del Ftse Mib.

A fine giornata Prysmian si è fermato a 28,78 uro, con un rally del 4,54% e quasi 2,4 milioni di azioni scambiate, più del doppio della media degli ultimi 30 giorni pari a circa 1,1 milioni.

Prysmian: i conti del primo trimestre

Il titolo ha continuato a fare il pieno di acquisti all'indomani dei conti del primo trimestre, chiuso con un utile netto balzato da 23 a 76 milioni di euro, mentre i ricavi sono saliti da 2,59 a 2,81 miliardi di euro.

L'Ebitda adjusted è aumentato dell'8,1% a 213 milioni, mentre l'indebitamento netto è salito da 1,99 a 2,33 miliardi di euro.

Prysmian ha confermato le stime per l'intero 2021 che prevedono un Ebitda adjusted nel range 870-940 milioni di euro e flussi di cassa intorno ai 300 milioni di euro.

Prysmian al vaglio di Equita SIM

Equita SIM ha parlato di un primo trimestre migliore delle attese, evidenziando che Prysmian è confidente di raggiungere la parte alta della guidance per il 2021 anche in termini di free cash flow.

Dalla conference call è emersa per il business Projects un'indicazione cauta sui margini, attesi flat nel 2022, con l’aumento di utilizzo capacità che sarà compensata da potenziale pressione nell’offshore wind.

Si sta valutando la costruzione di un impianto cavi sottomarini in USA e il gruppo è vicino ad un contratto molto interessante per sviluppare una rete alta velocità in USA, simile ai German Corridor, di dimensioni minori.

Per quanto riguarda la divisione Telecom, sono in rinegoziazione contratti per circa il 20-30% dei ricavi che saranno caratterizzati da pressione sui prezzi e penalizzeranno il business su tutto l’anno.

Saranno chiave i tender di China Mobile a giugno per capire evoluzione prezzi e volumi 5G, mentre l’investigazione Antidumping della Commissione Europea su import cavi cinesi è in corso e una decisione è attesa a inizio novembre.

Gli analisti di Equita SIM hanno deciso di alzare le stime di Ebitda ed Eps in media dell'1%-2% per il periodo 2021-2023, alla luce del miglioramento di crescita organica su Products/Telecom, in parte compensato da maggior cautela su Projects.
La view sul titolo reta cauta, con una raccomandazione "hold" invariata e un prezzo obiettivo alzato del 4% a 29 euro.

Prysmian sottola lente di Mediobanca e di Intesa Sanpaolo

Bullish la view di Mediobanca che ribadisce il rating "outperform", con un target price a 31 euro dopo che Prysmian ha riportato un primo trimestre migliore delle attese, con una partenza d'anno rassicurante nell'Energy e nel Telecom.

Dopo la solida trimestrale Intesa Sanpaolo conferma la raccomandazione "add", con un fair value a 30,1 euro.