A Piazza Affari la seduta odierna prosegue in calo per Saipem che risente dell'incertezza del Ftse Mib, mostrando una maggiore debolezza relativa.

Saipem storna dopo tre rialzi di fila

Il titolo, reduce da tre sessioni consecutive in rialzo, dopo aver chiuso quella di ieri con un frazionale progresso dello 0,13%, oggi presta il fianco alle prese di profitto.

Negli ultimi minuti Saipem si presenta a 1,1415 euro, con un calo dell'1,55% e  oltre 4,4 milioni di azioni passate di mano fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a quasi 18 milioni.

Saipem giù ma il petrolio sale

Il titolo è l'unica nota stonata nel settore oil a Piazza Affari, non riuscendo a beneficiare del rialzo del petrolio che sale oltre i 113,5 dollari, con un progresso superiore a un punto percentuale.

Saipem: ok dell'assemblea a raggruppamento azioni dal 23 maggio

Saipem resta sotto la lente sulla scia delle decisioni prese dall'assemblea degli azionisti, riunitasi ieri in sede straordinaria.

L'assise ha deliberato che in data 23 maggio 2022 si procederà al raggruppamento delle azioni ordinarie nel rapporto di 21 nuove azioni ordinarie ogni 100 esistenti.

Questo raggruppamento si inserisce nell'operazione di riduzione del capitale sociale che sarà pari a 460,2 milioni di euro.

Il numero di azioni ordinarie sarà pari a 212.303.028 e quello delle azioni di risparmio pari a 10.598, tutte prive dell'indicazione del valore nominale.

Non cambia intanto la strategia di Equita SIM che resta improntata alla cautela, con una raccomandazione "hold" invariata e un prezzo obiettivo a 0,95 euro.

Saipem: via libera ad aumento di capitale fino a 2 mld di euro

Sempre ieri l'assemblea gli azionisti di Saipem ha dato il via libera all'aumento di capitale fino a 2 miliardi d euro, comprensivo dell'eventuale sovrapprezzo.

L'operazione sarà realizzata tramite l'emissione di azioni ordinarie, prive di valore nominale espresso, da offrire in opzione agli azionisti ordinari e di risparmio.

La ricapitalizzazione dovrebbe essere realizzata entro la fine dell'anno, ma il direttore Generale di Saipem, Puliti, ha dichiarato al Sole24Ore che la società punta ad accelerare la tabella di marcia e condurre in porto l'aumento entro l’estate.

ENI e CDP Industria, azionisti con il controllo congiunto su Saipem, si sono impegnati a sottoscrivere le azioni ordinarie di nuova emissione  proporzionalmente spettanti alla partecipazione complessivamente detenuta in Saipem, pari al 43% del capitale sociale ordinario.

Da segnalare che ieri l'AD di Saipem, Francesco Caio, ha fatto sapere che per supportare "il “fabbisogno finanziario della società di breve termine, fino alla realizzazione dell’aumento di capitale, la manovra finanziaria prevede un intervento immediato di liquidità, di importo complessivamente pari a 1,5 miliardi di euro.