La seduta odierna è stata speculare a quella della vigilia per Saipem che oggi ha mostrato più forza relativa del Ftse Mib.

Saipem: seduta speculare a quella della vigilia

Il titolo, dopo aver ceduto l'1,28% ieri, ha imboccato la via dei guadagni e si è mantenuto per l'intera seduta in territorio positivo.

A fine giornata Saipem si è fermato a 2,197 euro, con un progresso dell'1,34% e oltre 7,5 milioni di azioni trattate fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 11 milioni.

Il titolo si è messo in evidenza nel settore oil, registrando la migliore performance, ma anche conquistato la terza posizione nel paniere delle blue chips.

Saipem ha beneficiato dell'intonazione moderatamente positiva del petrolio che dopo la chiusura invariata di ieri viaggia poco sopra la parità, presentandosi a 82,5 dollari, con un progresso dello 0,24%.

Saipem: accordo con Honeywell per la produzion di Urea

Il titolo ha guadagnato terreno sulla scia delle ultime novità dal fronte societario.

Saipem e Honeywell hanno siglato un accordo per lo sviluppo e la commercializzazione di un Digital Twin nell'ambito della tecnologia per la produzione di fertilizzanti (Urea).

Saipem adotterà il software Honeywell Forge per supportare i clienti con simulazioni virtuali al fine di migliorare i loro obiettivi di produzione.

Il nuovo servizio sarà commercializzato con il marchio Saipem e supportato da Honeywell Forge.

La soluzione digital twin di Honeywell sara' utilizzata anche come modello virtuale per guidare gli ingegneri con informazioni utili sulle prestazioni della macchina e sulle esigenze di manutenzione al fine di ottimizzare la produzione vegetale di urea.

Saipem sotto la lente di Equita SIM e di Intesa Sanpaolo

Sulla scia di questo accordo gli analisti di Equita SIM hanno ribadito la raccomandazione "hold" su Saipem, con un prezzo obiettivo a 1,9 euro.

Lo stesso rating è stato reiterato ieri da Intesa Sanpaolo che ha rivisto al rialzo il target price da 1,87 a 2 euro.

Gli analisti guardano con favore a quest'ultima parte del 2021, ritenendo che Saipem dovrebbe evidenziare un miglioramento sul fronte dei numeri di gruppo, per quanto alcune divisioni potrebbero ancora subir dei ritardi nell'esecuzione di alcuni progetti.  

Con riferimento al prossimo piano industriale, Intesa Sanpaolo si aspetta che il focus sarà su una maggiore esposizione al business delle infrastrutture e su un più alto impegno verso le attività legate alla transizioni energetiche e alla sostenibilità.