Con la seduta odierna è tornato il sereno su Saipem che, dopo quattro giornate consecutive in rosso, trova la forza per dare vita ad un recupero.

Saipem ritrova il segno più dopo 4 sessioni in netto calo

Il titolo, dopo aver ceduto non più tardi di ieri oltre due punti e mezzo percentuali, oggi ha imboccato da subito la via dei guadagni, mostrando al momento più forza del Ftse Mib.

Saipem passa di mano a 2,238 euro, con un rialzo dell'1,08% e circa 10 milioni di azioni già transitate sul mercato, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 13,8 milioni.

Saipem sostenuto dal rimbalzo del petrolio

Il titolo beneficia non solo del rialzo del Ftse Mib, ma anche del recupero del petrolio che dopo il calo delle ultime due sessioni è tornato a salire e oggi si presenta a 60,7 dollari, con un rialzo dell'1,59% in attesa del report sulle scorte strategiche Usa che sarà diffuso nel pomeriggio.

Saipem: Jefferies resta bearish e taglia target price e stime

Intanto Saipem non sembra risentire delle indicazioni bearish arrivate da Jefferies, i cui analisti hanno ribadito la raccomandazione "underperform", con un prezzo obiettivo tagliato da 1,5 a 1,2 euro, valore che implica un potenziale di downside di circa il 46% rispetto alle valutazioni correnti a Piazza Affari.

Il taglio del target price deciso da Jefferies segue una revisione delle stime di Ebitda che sono state abbassate del 13% per quest'anno.

Una mossa adottata dagli analisti per riflettere le indicazioni della società che in occasione della presentazione dei conti del 2020 ha fatto sapere di attendersi un Ebitda stabile quest'anno rispetto a quello scorso.