Chiusura debole ieri per Snam che non è riuscito a sintonizzarsi con la positiva impostazione del Ftse Mib, calando in controtendenza.

Snam chiude debole dopo tre sessioni in rialzo

Reduce da tre sessioni consecutive in rialzo, dopo aver chiuso quella di mercoledì con un progresso di quasi un punto percentuale ieri Snam ha tentato di allungare il passo, salvo poi indietreggiare e fermarsi sui minimi intraday.

A fine giornata il titolo è stato fotografato a 5,55 euro, con un calo dello 0,14% e oltre 3,8 milioni di azioni passate di mano, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 8,2 milioni.

Snam ignora l'andamento di BTP e Spread

Snam si è mosso in controtendenza non solo rispetto al Ftse Mib, ma anche agli altri protagonisti del settore utility.
Il titolo non ha beneficiato in alcun modo dei segnali incoraggianti arrivati dal mercato obbligazionario.

Lo Spread BTP-Bund è crollato del 4,07%, fermandosi a 190,9 punti base, mentre gli acquisti sui BTP hanno favorito una flessione dei tassi, con il rendimento del decennale sceso dello 0,78% al 2,922%.

Snam si è mostrato debole ieri, senza trovare alcun supporto nelle indicazioni di stampa.

Snam: pipeline tra Barcellona e Livorno puà valere circa 2,5 mld

Secondo Il Messaggero, la pipeline allo studio fra Barcellona e Livorno potrebbe valere circa 2,5 miliardi di euro di investimenti ed il periodo per realizzarla sarebbe di 2-3 anni.

Fra Endesa e Snam è stato firmato un memorandum d’intesa per valutare la fattibilità del progetto, ma non era stato comunicato il costo potenziale del progetto.

Il piano RepowerEU presentato dall'Unione Europea per la diversificazione della gas supply ha ipotizzato progetti per complessivi 10 miliardi di euro capex, che includono il rafforzamento del corridoio Sud (Italia e Grecia).

I progetti includono la pipeline Spagna-Italia e il raddoppio del TAP, con 10 miliardi di metri cubi per circa 1 miliardo di euro di investimenti capex, con Snam al 20%.

Secondo il Messaggero la pipeline Barcellona-Livorno potrà essere finanziata anche utilizzando i fondi del PNRR, piano nazionale di ripresa e resilienza.

Snam: il commento di Equita SIM

Secondo Equita SIM si tratterebbe di una conferma dell’accelerazione dei progetti dell'Unione Europea per la diversificazione della supply del gas in Europa ed una indicazione positiva per Snam, che oltre ai due floaters che dovrebbero essere acquisiti o presi in leasing per aumentare l’import di LNG, vi sarebbe anche nuovi investimenti di sviluppo delle infrastrutture di trasporto.

La forma di finanziamento degli investimenti, lo share fra Snam ed Enagas e quanta parte degli investimenti entrerà in RAB, secondo Equita SIM sono elementi che andranno valutati.

Gli analisti evidenziano che il titolo tratta con un rapporto prezzo-utili 2022 di 17 volte, uno yield del 4,9% ed un premio enterprise value/RAB del 28% a sconto rispetto al 45% di Terna per le minori opportunità di crescita di lungo termine.

Resta immutata intanto la strategia di Equita SIM che su Snam mantiene fermo il rating "hold" e un prezzo obiettivo a 5,3 euro.