In una giornata in cui Piazza Affari registra movimenti contenuti con volumi di scambio inferiori alla media per via dell'assenza di Wall Street, oggi chiusa per festività, spicca ancora di più la brillante performance di Stellantis. 

Stellantis: debutto con il botto a Piazza Affari

E' questo il nome della società nata dalla fusione tra Fca e Psa, nata dopo il via libera all'operazione arrivato dalle rispettive assemblee a inizio mese.

Il titolo, che ha preso il posto di Fca nel paniere del Ftse Mib, oggi è stato quotato per la prima volta a Piazza Affari e sulla Borsa francese, mentre è atteso per domani il debutto a New York.

Intanto sul mercato italiano, al pari di quanto accade su quello francese, Stellantis sta facendo il pieno di acquisti, co un rally del 7,76% a 13,546 euro, dopo aver toccato un massimo intraday a 13,636 euro.

Fino a questo momento sono transitate sul mercato oltre 15 milioni di azioni, con una capitalizzazione di otre 40 miliardi di euro.

Chi è Stellantis?

Come si legge in una nota diffusa da Stellantis, "il nuovo gruppo riunisce 14 marchi automobilistici e ha più di 400.000 dipendenti.

Stellantis mira a offrire soluzioni di mobilità diverse, agili e sostenibili, basate sull'esperienza dei suoi team in tutto il mondo, sul know-how storico e su una forte presenza geografica".

Stellantis: per Banca Akros può salire fino a 17,4 euro

Positivi i primi giudizi formulati dalle banche d'affari che confermano su Stellantis lo stesso ottimismo già espresso fino a qualche giorno fa per Fca.

E' il caso di Banca Akros che oggi ha indicato per il titolo una raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo a 17,4 euro, lo stesso indicato in precedenza per Fca, visto che il rapporto di conversione è 1 a 1.

Rapportando questo target agli attuali valori di Stellantis a Piazza Affari, si ottiene un potenziale di upside di circa il 28%.

Gli analisti ricordano che Stellantis procederà alla distribuzione delle sue azioni Faurecia non appena sarà possibile.

Inoltre, in attesa del dividendo straordinario che sarà pagato agli azionisti di Fca, Banca Akros non esclude che Stellantis possa decidere di distribuire in futuro un dividendo ordinario di 1 miliardo di euro, pari a circa 0,031 euro per azione.

Molto dipenderà dai conti 2020 di Fca e Psa e dalle prospettive di entrambi i gruppi, ma Banca Akros ritiene che siano buone le premesse per un'ulteriore distribuzione di dividendi.

Stellantis: Intesa Sanpaolo dice buy

Secondo gli analisti di Intesa Sanpaolo il focus del mercato sarà proprio sulle performance economiche e finanziarie di Stellantis e sulla sua capacità di pagare il dividendo da 1 miliardo di euro relativo 2020, come previsto dai termini della fusione tra Fca e Psa.

Per gli analisti Stellantis, coperto con una raccomandazione "buy", presenterà un piano industriale entro la fine del primo semestre di quest'anno o al più tardi all'inizio del terzo trimestre.

Infine, secondo Intesa Sanpaolo il mercato inizierà a prezzare le sinergie di Stellantis in una seconda fase, quando il loro impatto sarà visibile, cioè dalla seconda metà di quest'anno e soprattutto dal 2022.

In attesa di ciò, ache escludendo le sinergie, gli analisti di Intesa Sanpaolo ritengono che Stellantis sia sottovalutato da tutti i punti di vista rispetto ai suoi competitors più diretti.