L'andamento negativo mostrato oggi dal Ftse Mib non ha condizionato la seduta di Fca che si è mosso in controtendenza.

Stellantis sale ancora e ignora il Ftse Mib

Il titolo, dopo aver guadagnato oltre mezzo punto percentuale venerdì scorso, si è spinto in avanti anche oggi, salendo per la terza sessione consecutiva.

Fca ha terminato le contrattazioni a 16,826 euro, con un progresso dello 0,91%  bassi volumi di scambio, visto che a fine sessione sono transitate sul mercato poco meno di 8 milioni di azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 12 milioni.

Fca: prima di fine mese i dati su consegne e ricavi Q3

Fca quest'oggi ha reso noto che il prossimo 28 ottobre diffonderà i dati sulle consegne e i ricavi del terzo trimestre.
Intanto il titolo è rimasto sotto la lente dopo che venerdì scorso i sindacati hanno fatto il punto della situazione sull'operatività degli stabilimenti italiani.

Fca: analisi sindacati su impatti crisi chip

La crisi dei chips sta avendo ripercussioni ancora più negative di quella della pandemia, basti pensar che nei primi 9 mesi di quest'anno Stellantis ha registrato immatricolazioni pari a 528.277 unità, in rialo del 14,2% rispetto allo stesso periodo del 2020,ma in flessione del 16,3% in confronto ai primi nove mesi del 2019.

Il segretario nazionale Fim Cisl, Ferdinando Uliano, ha fatto sapere che nell'ultimo trimestre la crisi dei semiconduttori si è aggravata per Stellantis, provocando diversi stop alla produzione.

Non è da escludere che la carenza di chip possa avere come effetto quello di spingere la produzione del 2021 al di sotto del livello del 2020.

Fca: per Bca Akros è da comprare. Target è goloso

Dopo le indicazioni dei sindacati, gli analisti di Banca Akros non cambiano idea su Stellantis e ribadiscono la raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo a 22 euro, valore che implica un potenziale di upside di oltre il 30% rispetto alle quotazioni correnti a Piazza Affari.