A Piazza Affari la seduta odierna si avvia alla conclusione con il segno più per Stellantis che recupera terreno dopo il netto calo della vigilia.

Stellantis risale dopo l'affondo della vigilia

Ieri il titolo ha lasciato sul parterre oltre tre punti percentuali e oggi ha ripreso inizialmente la via dei guadagni, per poi cambiare direzione di marcia e scivolare in territorio negativo.

Dai minimi è partito però un bel recupero che ha visto Stellantis spingersi nuovamente in avanti, muovendosi ora sostanzialmente in linea con il Ftse Mib.

Negli ultimi minuti il titolo si presenta a 13,34 euro, con un progresso dell'1,55% e oltre 9,5 milioni di azioni scambiate fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 15,3 milioni.

Stellantis: accordo con Samsung per produzione batterie in USA

Stellantis e Samsung SDI hanno annunciato la sottoscrizione di accordi vincolanti e definitivi per la creazione di un impianto di produzione di batterie per veicoli elettrici in Indiana, negli Stati Uniti, fornendo moduli batteria per una gamma di veicoli prodotti negli stabilimenti di Stellantis in Nord America.

Le attività di costruzione dovrebbero iniziare entro la fine dell’anno, con l’avvio della produzione nel primo trimestre del 2025, con una capacità annuale iniziale di 23 GWh e l’obiettivo di salire a 33 GWh nei prossimi anni.

La joint-venture investirà 2,5 miliardi di dollari, creando 1.400 nuovi posti di lavoro, con la possibilità di aumentarlo gradualmente fino a 3,1 miliardi di dollari.

Stellantis: gli obiettivi del piano investimenti in elettricazione e SW

Gli analisti di Equita SIM stimano che questo impianto possa equipaggiare circa 400mila auto, circa il 7% del totale di auto vendute lo scorso anno.

Questo investimento fa parte del piano di 30 miliardi di euro capex in elettrificazione e software a livello globale fino al 2025.

L'obiettivo è duplice: in primis aumentare la capacità produttiva di batterie da 140 GWh a circa 400 GWh, con 5 impianti, cui aggiungere contratti di fornitura aggiuntivi.

Il secondo è raggiungere 5 milioni di vendite globali annuali di auto elettriche entro il 2030, con il 100% del mix di vendite in Europa e il 50% in Nord America, da 0,2 milioni del 2021, ovvero 400mila low emission, includendo ibride e fuel cell.

Confermata la strategia bullish su Stellantis che per Equita SIM merita una raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo a 19 euro.

Stellantis: anche Intesa Sanpaolo e Bca Akros dicono buy

A puntare sul titolo è anche Intesa Sanpaolo che oggi ha rinnovato l'invito ad acquistare, con un target price a 20,4 euro.

Rating e fair valu sono stati confermati dopo le novità relative agli accordi vincolanti e definitivi siglati da Stellantis con Samsung.

Gli analisti di Banca Akros parlano di una notizia già attesa e mantengono fermo la loro view positiva sul titolo, con un rating "buy" e un fair value a 19 euro.

Stellantis: cauti i colleghi di Mediobanca, ma il target è stellare

Più cauti i colleghi di Mediobanca Securities che Stellantis hanno una raccomandazione "neutral", con un prezzo obiettivo a 24,9 euro, valore che implica un potenziale di upside di oltre l'86% rispetto alle quotazioni correnti a Piazza Affari.

Anche gli analisti di Mediobanca ricordano che una nuova Gigafactory negli Stati Uniti era stata già annunciata come parte del piano di elettrificazione presentato lo scorso anno da Stellantis.