Stellantis sembra voler accelerare sulla transizione alla mobilità elettrica, con una strategia che anticipa l'arrivo di regole sempre più stringenti previste entro il prossimo giugno.

Stellantis rispetterà i limiti di CO2 senza Tesla

Stellantis sembra voler accelerare sulla transizione alla mobilità elettrica, con una strategia che anticipa l'arrivo di regole sempre più stringenti previste entro il prossimo giugno. La direzione dell'Europa è di bloccare la vendita di motori endotermici, diesel e benzina, a partire dal 2035. A dirlo è Pascal Canfin presidente della commissione per l’Ambiente Ue:

"a giugno arriverà un altro, importante pacchetto legislativo con 12 direttive legate al mercato del carbonio e verranno sanciti obiettivi per la CO2 che riguarderanno i settori automobilistico, agricolo, energetico, abitativo“.

L'obiettivo al 2030 della legge sul clima è di ridurre le emissioni di CO2 di almeno il 55%.

Stellantis però farà da sola e rispetterà i limiti di emissioni Co2 senza il supporto di Tesla, risparmiando molto denaro. A confermare questa posizione è Carlos Tavares, Ceo del gruppo nato dalla fusione di FCA e PSA.

Stop motori diesel e benzina dal 2035

In base alle nuove direttive Ue, è probabile che nel 2035 i motori a benzina e diesel non rientreranno più nei limiti imposti. Questo significa un progressivo turn-over verso auto 100% elettriche entro quella data.

Stellantis punta a triplicare le vendite di auto elettriche

In una lettera agli azionisti, il presidente di Stellantis, John Elkann, ha dichiarato: "Nel 2021, con 11 nuovi modelli ad alto voltaggio, prevediamo di quasi triplicare le nostre vendite globali di veicoli Bev e Phev"

L'obiettivo di Stellantis è molto ambizioso e prevede di raggiungere 400 mila vendite di modelli Plug-in ed elettrici entro la fine dell'anno, a fronte di un volume pari a 139 mila unità nel 2020. 

Guardando al 2025, il Gruppo intende offrire sul mercato europeo una gamma di veicoli elettrici per il 98%.

Stellantis e la guerra delle batterie

Il prossimo 8 luglio Stellantis terrà il suo "Electrification Day" che vedrà come tema principale la produzione delle batterie e potrebbe essere svelato qualche elemento in più sui piani di sviluppo nel settore delle auto elettriche.

Novità potrebbero poi giungere dalla joint venture tra Stellantis ed Engie Eps, Free2Move eSolutions, nata proprio con l'obiettivo di giuidare alla svolta nell'elettrico.

Tavares ha già anticipato che il Gruppo sta valutando di costruire nuovi impianti in Europa e in America, oltre a quelli già programmati a Douvrin, in Francia e a Kaiserslautern, in Germania. Stellantis punta tutto sulle Gigafactory che permetteranno di ottenere una capacità produttiva di 50 GWh nel 2021 e di raggiungere 130 GWh nel 2025 e 250 GWh nel 2030. 

(Claudia Cervi)