STM cauto: domani la trimestrale. Quali sorprese in arrivo?

STM frena dopo tre rialzi di fila e mostra un andamento incerto alla vigilia dei conti: ecco cosa aspettarsi.

stm trimestrale

L'andamento negativo del Ftse Mib, che dopo aver tentato una salita è tornato sui suoi passi, posizionandosi al di sotto della parità, condiziona anche la seduta di STM.

STM frena dopo tre rialzi di fila

Il titolo, dopo aver chiuso la sessione di ieri con un frazionale rialzo dello 0,12%, oggi ha provato a viaggiare in positivo, per poi muoversi a passo di gambero.

Negli ultimi minuti STM viene fotografato a 39,05 euro, con un calo dello 0,14% e quasi 700mila azioni passate di mano fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 2,46 milioni.

Il titolo non più tardi della scorsa settimana si è spinto a testare l'area dei 40 euro, tornando su valori di prezzo che non si vedevano più da fine marzo scorso.

STM: focus su conti e guidance di Texas Instruments

STM resta sotto i riflettori sulla scia delle indicazioni arrivate da alcuni protagonisti del settore.

Ieri dopo la chiusura di Wall Street, Texas Instruments ha presentato i conti del quarto trimestre 2022, con un fatturato in calo del 3% a 4,7 miliardi di euro, poco sopra le attese fissate a 4,6 miliardi.

La società ha indicato debolezza in tutti i mercati di riferimento tranne che nell’automotive.

Per i primi tre mesi di quest'anno, Texas Instruments si attende un fatturato fra 4,17 e 4,53 miliardi di dollari, con il punto mediano a 4,35 miliardi di dollari, poco sotto le attese a 4,41 miliardi, con un andamento peggiore delle stime in tutti i mercati finali, a causa di una attesa di continuo de-stocking da parte dei clienti, tranne che per l’automotive.

La guidance di ASML

Gli analisti di Equita SIM segnalano anche la guidance di ASML per il 2023 che vede vendite in crescita di oltre il 25% anno su anno, rispetto a un +20% atteso, un segno che gli investimenti del settore rimarranno sostenuti e che ci si attende una ripresa della crescita nel secondo semestre.

STM: domani la trimestrale. Le attese di Equita SIM

Domani toccherà a STM alzare il velo sui conti del quarto trimestre 2022 che saranno diffusi prima dell'apertura di Piazza Affari.

A causa del rallentamento del mercato consumer electronics, evidente dalle minori vendite di TSMC per dicembre, e le minori consegne di Tesla, ma considerando il significativo backlog, gli analisti di Equita SIM ritengono che la società italo-francese possa riportare poco sotto il punto mediano della guidance data a fine ottobre scorso.

Ricordiamo che nel dettaglio il gruppo aveva previsto vendite pari a 4 miliardi di dollari, più o meno 350 punti base e un margine lordo pari al 47,3%, più o meno 200 basis points.

Per il quarto trimestre del 2022 Equita SIM vede per STM ricavi in rialzo del 23% a 4,381 miliardi di dollari, un utile per azione in crescita del 30% a 1,06 dollari, un margine lordo al 47% e un Ebit in aumento del 28% a 1,22 miliari di dollari.

STM: le stime sul 1° trimestre e sull'intero 2023

Con riferimento al primo trimestre di quest'anno, anche alla luce di quanto indicato da TSMC, gli analisti di Equita SIM si attendono vendite a 3,8 miliardi di dollari, in calo del 13% trimestre su trimestre, con un margine lordo al 45,5%.

Inoltre, ipotizzando una modesta raccolta ordini nel primo semestre e l’esecuzione del backlog, gli analisti si aspettano inoltre che STM possa indicare una modesta crescita del fatturato per il 2023, con una moderata riduzione del margine lordo al 46%, ipotesi abbastanza coerenti con le attese di consenso che parlano di ricavi in rialzo dell'1% a 16,2 miliardi di dollari e un margine lordo al 45,3%.

In generale la SIM milanese si aspetta che STM fornisca un outlook 2023 piuttosto resiliente. Intanto gli analisti hanno aggiornato le stime per tenere conto del forex, con modesti impatti sul 2023, viste le coperture, ed una riduzione del 4% sull'eps di quest'anno.

In attesa dei dati ufficiali del gruppo, la view di Equita SIM su STM resta cauta, con una raccomandazione "hold" e un prezzo obiettivo a 45 euro.