Risultati in crescita per STM nel secondo trimestre.

Risultati in crescita per STM nel secondo trimestre. I ricavi si sono attestati a 2,992 miliardi di dollari, +43,4% a/a e sopra i 2,9 del punto centrale della guidance fornita ad aprile dal gruppo. 

Il margine lordo si è attestato al 40,5% (35,0% un anno fa, guidance 39,5%). 

STM, balza l’utile netto

L'utile netto balza a 412 milioni di dollari da 90 nel trim2 2020 (quasi +360%) e 364 nel trim1 2021 (+13,1%). 

I risultati sono nettamente migliori anche rispetto al secondo trimestre 2019 (pre-COVID) quando i ricavi furono pari a 2,17 miliardi, il margine lordo al 38,2% e l'utile netto a 160 milioni. 

Per il terzo trimestre STM prevede ricavi a 3,2 miliardi (+20% YoY, +7% QoQ) e margine lordo al 41,0% (stime a 40.5%/39.6%). Adj. EBIT a 609 milioni (+84% YoY, 19.0% margin), stime a 511/493 mln, +19%/+24%.

STM migliora la guidance per l'esercizio 2021

Il gruppo ha anche migliorato la guidance per l'esercizio 2021: i ricavi sono ora attesi a 12,5 miliardi (+/- 100 milioni, +22,3% a/a) da 12,1 miliardi (+/- 150 milioni, +18,4% a/a), il CAPEX a 2,1 miliardi di euro da 2,0 miliardi.

Soddisfatto il Cfo di STM

Lorenzo Grandi, Cfo di Stm, rispondendo a una domanda di un analista in merito al miglioramento dell'outlook sui ricavi per il 2021 durante la conference call di presentazione dei conti trimestrali del gruppo, ha detto che si tratta di una combinazione di maggiori volumi e "del fatto che stiamo godendo di un contesto di prezzi migliore di quanto ci aspettassimo. Inoltre, c'è maggior visibilità su alcuni programmi già in corso con i nostri clienti". 

Lorenzo Grandi, interrogato sul sul gross margin atteso per il 2021, ha poi dichiarato "Vediamo il gross margin stabile su questo livello, un poco al di sopra del 40%. Ci sono tutti gli ingredienti per rimanere su questi livelli di gross margin". Nel secondo trimestre il margine lordo è stato del 40,5% e per il terzo trimestre STM vede un margine lordo del 41% circa.

Positive le reazioni dei broker dopo i conti

Citi ha confermato la raccomandazione “buy” con prezzo obiettivo a 39 euro per il titolo. Gli analisti evidenziano come i dati del secondo trimestre sono decisamente al di sopra delle attese. L'outlook implica un aumento del consenso di circa il 20% sul terzo trimestre e del 12-14% sull'intero 2021 in termini di Ebit.

Positiva anche Banca Akros che ha confermato il giudizio “accumulate” e il prezzo obiettivo a 37 euro. Questo il commento degli esperti “ Forti risultati del secondo trimestre, outlook per il gross profit nel terzo trimestre in linea/migliore del previsto e revisione al rialzo della guidance sui ricavi 2021. Questo mix sostiene una visione positiva sull'azione".

Per Kepler Cheuvreux la raccomandazione resta “buy” e il prezzo obiettivo viene confermato a 42 euro. I conti del secondo trimestre vengono giudicati "forti", i ricavi e il margine operativo hanno battuto le attese. Stm, sottolineato gli analisti ha "inoltre alzato la sua guidance sui ricavi 2021 da 12,1 a 12,5 mld usd (il 3% sopra le attese degli esperti di Kepler Cheuvreux e del consenso)".

Solo leggermente più prudente Equita Sim per la quale il rating è “hold” i il prezzo obiettivo a 36 euro. Per gli analisti è comunque chiaro che i risultati del secondo trimestre sono stati "sopra le attese”, del 20% in termini di Ebit. Il fatturato è risultato “nella parte alta del range di guidance e il 4% sopra le stime” mentre le indicazioni per il terzo trimestre prevedono un fatturato del 5% al di sopra delle attese di consenso. Da record il gross margin del 41% contro la stima del 39,7%. In vista della forte performance del secondo trimestre e di quella attesa per il terzo trimestre STM “ha aumentato la guidance di vendite per il 2021 di 400 mln usd (+3%) da 12,1 mld a 12,5 mld usd, lasciando un quarto trimestre implicito a 3,3 mld usd, in linea con le attese. Alzata anche la guidance di capex di 100 mln usd a 2,1 mld usd". Secondo un calcolo preliminare esiste un potenziale di rialzo del 13% circa sulle stime di Eps per il 2021.

Per l’analisi tecnica target a 41 euro per STM

Il superamento dei massimi di aprile a 33,72 euro (massimo oggi a 34,87), già messi sotto pressione anche il 26 luglio, è un incoraggiante segnale di forza. Prossimo ostacolo il picco del 15 febbraio a 35,89. Oltre quei livelli la fase la laterale disegnata dal massimo di inizio dicembre si dimostrerebbe un "rettangolo", figura di continuazione della tendenza rialzista precedente al cui completamento si potrebbero ipotizzare obiettivi in area 41 euro.

(Alessandro Magagnoli)