Prosegue all'insegna della volatilità e del nervosismo la seduta odierna di Telecom Italia che dopo il poderoso rally di ieri ha provato anche a spingersi ancora in avanti, salvo poi tornare indietro.

Telecom Italia: forti vendite dopo il rally a due cifre di ieri

Il titolo, archiviata la sessione di ieri con un rialzo di oltre il 15,5%, oggi ha avviato gli scambi in cali ma poi ha imboccato la via dei guadagnati.

Superato frazionalmente il prezzo indicativo dell'eventuale OPA di KKR a 0,505 euro, Telecom Italia è tornato indietro, accelerando rapidamente al ribasso.

Negli ultimi minuti il titolo si presenta a 0,4731 euro, con un affondo del 4,85% e oltre 537 milioni di azioni transitate sul mercato fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 195 milioni.

Telecom Italia: riunioni preparatorie per il Cda di domani

Il focus del mercato è già rivolto all'appuntamento in agenda domani, quando è prevista una riunione del Cda dell'ex monopolista italiano.

Gli articoli di oggi sono focalizzati sul tema del possibile cambio manageriale chiesto da Vivendi per il CdA di domani.
Oggi si riuniscono collegio sindacale, in cui 3 su 5 sindaci sono stati nominati da Vivendi, e Comitato controllo e rischi per esaminare l’andamento dei conti e in particolare, pare, gli impatti del contratto con DaZN.

Telecom Italia: le attese di Equita SIM

Equita SIM spiega che se da questa revisione dovesse emergere un rischio di ulteriore profit warning, la posizione dell'AD Gubitosi sarebbe indebolita e Vivendi potrebbe riuscire nell’intento di chiedere un cambio al vertice.

La delicatezza del momento sembra però far propendere per una conferma dello status quo, come auspicato anche dai sindacati e, secondo Repubblica, suggerito dal Governo.

Telecom: Wind apre al progetto rete unica

Oggi in un’intervista sul Corriere della Sera, il CEO di WIND apre al progetto rete unica purché wholesale only.
Il piano KKR quindi oltre al supporto del Governo vedrebbe meno ostilità da parte dei concorrenti di TIM.

Il CdA dovrà esprimersi però se sia nell’interesse di Telecom Italia e sarà da verificare l’atteggiamento delle autorità europee.

In attesa di novità, Equita SIM mantiene una view cauta sul titolo, con una raccomandazione "hold" e un prezzo obiettivo a 0,32 euro.