Telecom cauto. Focus su incontri ad alto livello nel Governo

Telecom Italia al palo in attesa di sviluppi sul tema della rete: nessuna indiscrezione è trapelata dai meeting della vigilia nel Governo.

telecom incontri governo

Quest'ultima seduta della settimana si è conclusa senza infamia e senza lode per Telecom Italia che si è fermato appena sopra la parità.

Telecom Italia si ferma poco sopra la parità

Dopo essersi lasciato alle spalle la giornata di ieri con un rialzo di quasi tre punti percentuali, il titolo oggi si è mostrato ben più cauto.

A fine seduta Telecom Italia si è presentato a 0,2255 euro, con un frazionale rialzo dello 0,13% e oltre 57 milioni di azioni passate di mano, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 162 milioni.

Telecom: ieri 2 nuove riunioni ad alto livello nel Governo

Le azioni del gruppo telefonico sono rimaste sotto la lente dopo che ieri si sono tenute nuove riunioni ad alto livello sul dossier TIM.

Un primo meeting tecnico e un secondo incontro politico a cui avrebbe partecipato lo stesso primo ministro, Giorgia Meloni.

Equita SIM evidenia che non sono emerse indiscrezioni, ma l’incontro non sembra essere stato risolutivo.

Se l’obiettivo del controllo statale sulla rete sembra ampiamente condiviso nel governo, sulle modalità per arrivare all’obiettivo proseguono i confronti.

Telecom: rumor sull'ipotesi operativa

Secondo quanto riporta il Sole 24 Ore, l’ipotesi al momento operativa è l’offerta di CDP per NetCo, su cui occorrerà capire se arriverà l’avallo politico entro il 30 novembre, deadline del memorandum of understanding.

In mancanza di questa si discuterebbe di una possibile OPA totale o parziale guidata da CDP, con o senza Vivendi.

Secondo il Corriere della Sera, CDP sarebbe intenzionata a proseguire con il memorandum of understanding, anche se i tempi potrebbero allungarsi rispetto alla scadenza del 30 novembre.

Si starebbe discutendo anche sul tema di come reperire le risorse necessarie per OPA o memorandum of understanding.

Telecom: la view di Equita SIM

Nei giorni scorsi, secondo il Corriere della Sera, sarebbe stata sondata Poste Italiane, che però al momento avrebbe declinato l’interesse.

In attesa di novità Equita SIM non cambia idea su Telecom Italia e mantiene invariata la raccomandazione "hold", con un prezzo obiettivo a 0,39 euro.