Un finale di settimana all'insegna di un lieve rialzo per Telecom Itala che si muove quasi in linea con il Ftse Mib.

Telecom Italia in rialzo per la quarta seduta di fila

Il titolo, dopo aver chiuso la giornata di ieri con un progresso dello 0,36%, oggi sale alla stesso ritmo, mostrando appunto un rialzo dello 0,31% a 0,446 euro, con oltre 43 milioni di azioni passate di mano fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 136 milioni.

Telecom Italia: focus su possibile accordo Iliad-FiberCop

Telecom Italia finisce sotto la lente del mercato sulla scia di alcune indiscrezioni relative alla prossima mossa di Iliad.
Il Sole 24 Ore riporta che Iliad avrebbe allo studio un accordo con FiberCop, società partecipata da Telecom Italia, KKR e Fastweb per il coinvestimento nell’upgrade della rete secondaria in FTTH.

Equita SIM evidenzia che l’indiscrezione non sorprende, visto che Iliad ha ribadito l’interesse per l’ingresso nella rete fissa.

Telecom Italia: Equita commenta le indiscrezioni

L’accordo consentirebbe a Iliad l’accesso a FiberCop a condizioni agevolate, in base alla proposta di coinvestimento presentata da TIM a tutti gli operatori), nella modalità di acquisto di IRU, ossia dei diritti d’uso a lungo termine, o nella modalità pay-per-use, vale a dire l'acquisto di volumi minimi garantiti.

Il beneficio economico per l’operatore è tanto maggiore quanto prima viene siglato l’accordo di coinvestimento.

Gli analisti di Equita SIM immaginano che l’accordo possa riferirsi a tutte quelle aree dove non esiste una copertura FTTH di Open Fiber, con cui Iliad ha già siglato un accordo commerciale, quali le aree grigie.

Il beneficio per FiberCop, e quindi per Telecom Italia, è quello di dare visibilità alla domanda per la propria infrastruttura, fidelizzando i clienti wholesale e riducendo il rischio di churn a favore di Open Fiber.

In attesa di novità gli analisti di Equita SIM non cambiano idea su Telecom Italia e mantengono ferma la raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo a 0,51 euro.