Telecom: focus su liste Cda. 2 i catalizzatori chiave ora

Telecom Italia sotto la lente sulla scia delle ultime novità relative al rinnovo del Board.

La seduta odierna prosegue senza variazioni di rilievo per Telecom Italia che, sulla scia dell’andamento poco mosso del Ftse Mib, fatica ad allontanarsi con decisione dalla parità.

Telecom Italia in lieve rialzo

Il titolo, dopo aver chiuso la sessione di giovedì scorso con un rialzo dello 0,27%, oggi ha avviato gli scambi in calo, salvo poi risalire la china.

Mentre scriviamo, Telecom Italia viene fotografato a 0,2256 euro, con un progresso dello 0,22% e oltre 87 milioni di azioni passate di mano fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 208 milioni.

Telecom: presentate altre 3 liste per il rinnovo del Cda

Il titolo resta sotto la lente dopo che venerdì era l’ultimo giorno per la presentazione delle liste per il rinnovo del CdA di TIM.

Oltrealla lista proposta dal Board, che è stata presentata il 6 marzo, sono state depositate altre 3 liste per il rinnovo del Consiglio da parte di Asati, Bluebell e Merlyn.

La lista di Asati raccoglie la rappresentanza dei piccoli azionisti di TIM e si propone come lista di minoranza con 4 nomi: Franco Lombardi, Alberto Brandolese, Maurizio Decina e Francesca Dalla Vecchia.

La lista del fondo attivista Blubell propone 6 nomi: Paola Giannotti de Ponti, Paolo Amato, Laurence Lafont, Monica Biaggiotti, Paolo Venturoni, Eugenio d’Amico, ma non si è ancora espressa in merito agli obiettivi che intende portare avanti.

Giannotti de Ponti è indicata come presidente, mentre non è indicato il CEO.

La lista del fondo Merlyn propone 10 nomi: Umberto Paolucci, Stefano Siragusa, Ersilia Vaudo, Niccolò Ragnini, Ida Panetta, Ottavia Orlandoni, Boris Di Nemsic, Robert Hackl, Boulos Dohani, Barbara Oldani, e si propone come lista di maggioranza con Paolucci come Presidente e Siragusa come CEO.

Telecom: focus sulla strategia della lista Merlyn

Equita SIM evidenzia che la strategia indicata dalla lista Merlyn al momento non è chiara in quanto, in base agli articoli di stampa, propone una non meglio specificata revisione dell’accordo di cessione di NetCo a KKR con impatti che sarebbero necessariamente negativi sul timing e sui rischi relativi al closing dell’operazione.

Il fondo propone anche la cessione di TIM Brazil, proposta già avanzata in passato, nonostante le opportunità di creazione di valore poi puntualmente emerse da parte di TIM Brazil, e di ConsumerCo, su cui è necessario secondo gli analisti il consolidamento del turnaround per poter estrarre del valore.

Vivendi non ha presentato una lista per il rinnovo del CdA, mentre ha presentato una lista per i sindaci, così come fatto da Assogestioni.

Ad oggi le intenzioni di voto di Vivendi non sono note. Alcune fonti di stampa ipotizzano un’astensione sulla lista del CdA, ma si tratta di ipotesi che non trovano conferma in dichiarazioni di voto esplicite da parte di Vivendi stessa.

Telecom Italia: cruciale la cessione di NetCo

Secondo gli analisti di Equita SIM, è cruciale per la stabilità finanziaria di TIM il completamento della cessione di NetCo e il proseguimento della strategia di stabilizzazione dei risultati domestici e di crescita del Brasile.

Per questi motivi gli esperti pensano che la continuità nella governance e nel team di gestione sia la scelta corretta e più razionale per il mercato in modo da ridurre i rischi legati alla rimessa in discussione dell’accordo su NetCo (con i relativi costi addizionali per ogni mese di ritardo) e a un nuovo cambio di strategia.

La SIM milanese mantiene uan view bullish su Telecom Italia, con una raccomandazione “buy” e un prezzo obiettivo a 0,35 euro.

Gli analisti hanno ricostruito il peso sul titolo, alzandolo di 50 punti base, nella convinzione che i prossimi mesi possano portare visibilità sulla governance e sul closing di NetCo, due importanti catalizzatori per il recupero del titolo.

Davide Pantaleo
Davide Pantaleo
Davide Pantaleo da quasi un ventennio si occupa di Borsa e Finanza. Dopo aver svolto per diversi anni l'attività di promotore finanziario in Italia e all'estero, nel 2005 entra nel team di Trend-online con l'incarico di redattore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
769FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate