Telecom risale dopo affondo. Ecco i possibili scenari ora

Telecom Italia recupera dopo tre sedute in forte ribasso: molte ipotesi ancora allo studio. La view degli analisti.

telecom italia governo scenari

A Piazza Affari la seduta odierna prosegue all'insegna del recupero per Telecom Italia che rivede il segno più dopo giornate decisamente pesanti.

Telecom Italia risale dopo 3 sedute ad alta tensione

Non più tardi di ieri il titolo è stato il peggiore del Ftse Mib, accusando un crollo di quasi il 5,5%.

Quest'oggi Telecom Italia si è piazzato da subito in territorio positivo, mostrando più forza relativa dell'indice di riferimento.

Negli ultimi minuti il titolo viene fotografato a 0,2097 euro, con un vantaggio dell'1,7% e oltre 73 milioni di azioni passate di mano fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 164 milioni.

Investire non deve essere così difficile. Scopri i piani di risparmio di Scalable Capital.

➔ Attiva piani di risparmio in azioni e in più di 1700 ETF, su cui non pagherai mai commissioni. Puoi anche scegliere di attivare piani di risparmio in crypto.

➔ Scegli il tuo piano di risparmio, l'intervallo d'investimento e la data di esecuzione. Piano di risparmio creato in pochi click!

Con la promozione Scalable tutti i nuovi clienti che apriranno un conto, riceveranno gratuitamente un’azione o un Etf sostenibile.

Ulteriori informazioni sono disponibili qui.

Telecom Italia: le ultime dal Governo

Telecom Italia resta sotto la lente dopo che ieri, come previsto e anticipato nei giorni scorsi, è stato ufficialmente lasciato cadere il Memorandum of Understanding per l’acquisto di NetCo.

Il governo, nella persona del sottosegretario Alessio Butti, ha poi rilasciato alcune dichiarazioni a margine di una presentazione sul 5G, in cui si è attribuita la mancata realizzazione del memorandum of understanding a problemi di antitrust e di valutazioni economiche e di risorse.

Telecom: alcuni commenti di Equita SIM

Sul primo tema gli analisti di Equita SIM pensano che possano essere trovate delle soluzioni, visto che il governo ha ribadito la volontà di proseguire nel progetto di portare sotto il controllo statale la rete fissa, in un approccio wholesale only.

Sul secondo punto, relativo cioè alle valutazioni economiche e alle risorse, a detta di Equita SIM uno degli ostacoli potrebbe essere la distanza delle valutazioni sull’asset tra compratore e venditore, in particolare Vivendi, e la previsione del memorandumn of understanding di un passaggio assembleare per validare l’operazione.

Telecom: le opzioni allo studio del Governo

Il sottosegretario Butti ha poi commentato sulle possibili opzioni allo studio del governo per ottenere gli obiettivi di controllo statale sulla rete. Inizialmente è sembrato venisse esclusa un’offerta totalitaria su Telecom Italia, ma il commento è stato poi puntualizzato in serata.

In tale occasione è stato ribadito che questa opzione non è oggi allo studio, ma senza escluderla tassativamente per il futuro.

Secondo Equita SIM, rimane tra le opzioni anche quella di un’offerta parziale su Telecom Italia, che consentirebbe probabilmente di superare il veto di Vivendi, ma che ha complessità legate al fatto che deve essere approvata dalla maggioranza dei soci di minoranza, senza il voto di Vivendi quindi, ma con l’approvazione del mercato.

L'ultima ipotesi di stampa

Il Messaggero oggi è l’unico quotidiano che riporta un’altra ipotesi di lavoro che vedrebbe sostanzialmente realizzata un’offerta su NetCo da una compagine guidata da KKR al 49% e con CDP in minoranza, con una quota del 20%.

Nella sostanza verrebbe realizzato il deal del memorandum of understanding, ma superando le difficoltà di finanziamento e antitrust, non quella però relativa alla distanza valutativa.

Nessuna modifica intanto viene apportata da Equita SIM alla sua strategia su Telecom Italia, con la conferma della raccomandazione "hold" e di un prezzo obiettivo a 0,39 euro.