Non c'è due senza tre e così anche oggi Terna perde terreno e scende per la terza seduta di fila, scivolando nella penultima posizione del paniere delle blue chips.

Terna tra i peggiori del Ftse Mib

Dopo aver chiuso la sessione di ieri con un affondo di quasi quattro punti percentuale, Terna arretra oggi del 2,07% a 6,702 euro, con volumi di scambio sostenuti, visto che fino ad ora sono passate di mano oltre 4,6 milioni di azioni, già al di sopra della media degli ultimi 30 giorni pari a circa 4,4 milioni.

Terna penalizzato da vendite sui BTP. Salgono ancora i tassi

Al pari delle altre utility, anche Terna risente delle negative indicazioni che arrivano dal fronte obbligazionario.

Lo Spread BTP-Bund si presenta poco sopra la parità con un frazionale rialzo dello 0,19% a 108,2 punti base, mentre i BTP continuano ad essere venduti dopo il crollo di ieri, tanto che il rendimento del decennale sale dell'1,05% allo 0,676%.

Terna sotto la lente di Barclays. Sale il target price

Terna intanto non riesce a beneficiare delle indicazioni che arrivano da Barclays, i cui analisti hanno confermato il rating "equalweight" sul titolo, alzando il prezzo obiettivo da 6,2 a 6,7 euro.

Secondo gli analisti, Terna tra i competitors italiani è il più sensibile all'inflazione più alta, evidenziando che il nuovo target price tiene conto del miglioramento delle aspettative di inflazione.

Questo però potrebbe essere già scontato dalle attuali quotazioni di Terna che secondo Barclays ha reagito in maniera leggermente eccessiva alle aspettative di inflazione elevate.