Chiusura positiva ieri per Tod's che, pur fermandosi lontano dai massimi intraday, è riuscito a trovare la forza per reagire.

Tod's reagisce dopo sei sedute in calo

Il titolo, reduce da ben sei sessioni consecutive in ribasso, dopo aver chiuso quella di mercoledì con un calo di oltre tre punti percentuali, ieri ha ritrovato la retta via.

A fine giornata Tod's si è presentato a 39,1 euro, con un rialzo del 2,52%, dopo aver toccato un top a 40,8 euro, con un rally di quasi il 7%.

Non particolarmente elevati i volumi di scambio che sono stati pari a quasi 138mila azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 120mila.

Tod's: le dichiarazioni di Della Valle su LVMH

A riportare gli acquisti su Tod's hanno contribuito alcune dichiarazioni del patron Diego Della Valle, riportate dal Sole 24 Ore.

Nel corso di una conferenza tenuta all'università IULM di Milano, il CEO e fondatore di Tod’s ha espresso apprezzamento per il lavoro fatto da LVMH nei confronti dei marchi italiani che nel tempo sono entrati a far parte del gruppo, in particolare Bulgari, Fendi e Loro Piana, apportando risorse per lo sviluppo ma rispettandone anche l’identità, mantenendo la sede e la manodopera in Italia, coinvolgendo le famiglie fondatrici.

Tod's: Equita SIM commenta le parole del CEO

Secondo Equita SIM, queste dichiarazioni di Della Valle confermano l’idea che LVMH rappresenti un compratore naturale per il gruppo, oggi già in possesso del 10% del capitale di Tod’s.

Gli analisti però pensano che un deal sul 100% dell’azienda non sia vicinissimo, data la scelta da parte di Diego Della Valle lo scorso anno di vendere solo il 6,8% del capitale.

La SIM milanese fa sapere che la sua valutazione riflette un mix di 50% M&A e 50% fondamentali.

Dall’altro lato però, in termini di fondamentali, gli esperti pensano che nelle ultime settimane le vendite del gruppo, oltre a risentire del rallentamento in Cina legato ai lockdown, come gli altri players del settore, abbiano visto un rallentamento anche in Europa, non segnalato invece dagli altri players, in concomitanza con il deterioramento del contesto geopolitico, nonostante il buon apprezzamento mostrato per le nuove collezioni all’attacco di stagione.

Tod's: le attese sul 1° trimestre. Equita resta cauta

Per il primo trimestre di Tod's, i cui risultati saranno annunciati l’11 maggio, gli analisti di Equita SIM stimano infatti un fatturato di 715 milioni di euro, in rialzo del 20% anno su anno, con retail a 149 milioni di euro, in rallentamento a +7% rispetto al primo trimetre del 2019, contro il +18% del quarto trimestre 2021 rispetto a quello del 2019.

Gli analisti di Equita SIM ritengono che Tod's tratti su valutazioni non particolarmente attraenti, nonostante l’appeal speculativo, in attesa di maggiore consistenza nel miglioramento dei fondamentali.

Confermata così una view neutrale sul titolo, con una raccomandazione "hold" e un prezzo obiettivo a 47,6 euro.

Tod's al vaglio di Banca Akros

Non si sbilanciano neanche i colleghi di Banca Akros che su Tod's ieri hanno reiterato il rating "neutral" e un taget price a 50 euro.  

Secondo gli analisti le parole di Della Valle sulle acquisizione di LVMH potrebbero riaccendere l'appeal speculativo su Tod's.