In una giornata in cui a Piazza Affari prevale una debolezza di fondo, con il Ftse Mib in territorio negativo, spicca ancora di più il segnale di forza mostrato da Unicredit.

Unicredit sale da solo nel settore bancario

Il titolo è l'unico nel settore bancario ad essere preceduto dal segno più e sale in controtendenza rispetto al Ftse Mib.
Dopo aver chiuso la sessione di ieri con un calo di circa lo 0,3%, Unicredit oggi da subito ha imboccato la via dei guadagni.

Negli ultimi minuti il titolo si presenta a 11,514 euro, con un rialzo dello 0,28% e oltre 8,5 milioni di azioni passate di mano fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a quasi 16 milioni.

Unicredit in verde malgrado indicazioni contrastanti da BTP e Spread

A differenza degli altri bancari, Unicredit si mantiene a galla oggi, malgrado le indicazioni contratsanti dal fronte obbligazionario.

Lo Spread BTP-Bund sale dello 0,62% a 114 punti base, mentre i BTP guadagnano terreno, tanto che il rendimento del decennale viaggia in netto calo, con una flessione del 4,26% allo 0,854%, a poca distanza dai minimi intraday.

Unicredit intanto resta a galla sulla scia dele ultime novità arrivate dal fronte societario.

Unicredit: ok Cda a cessione intera partecipazione in Yapi Kredi

Il CdA della banca guidata da Orcel ha deciso di cedere l’intera partecipazione detenuta in Yapi Kredi Bankasi, banca turca di cui Unicredit, dopo le quote cedute negli ultimi anni, deteneva ancora il 20%, e già classificata come investimento non strategico.

L’operazione genererà un impatto negativo sul conto economico di UCG per circa 1,6 miliardi di euro, tuttavia non è attesa impattare il Net Income underlying e conseguentemente il dividendo dell’anno.

La cessione avrà un moderato impatto positivo sul Common Equity Tier 1 di Unicredit, per via della riduzione dei RWA.

Unicredit sotto la lente di Equita SIM

Equita SIM, in vista del nuovo business plan che sarà presentato il 9 dicembre, evidenzia che l’operazione è coerente con la strategia di semplificazione della struttura del gruppo e di ottimizzazione dell’allocazione del capitale. 

In attesa dell'evento in agenda il prossimo mese, gli analisti della SIM milanese mantengono una view bullish su Unicredit, con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 13,6 euro.

Unicredit al vaglio di Banca Akros

A puntare sul titolo è anche Banca Akros che oggi ha rinnovato l'invito ad accumularlo in portafoglio, con un target price a 13 euro.

In merito alla cessione dell'intera quota in Yapi, gli analisti fanno notare che Koc in particolare acquisterà azioni della bancari turca pari al 18% del capitale sociale, per un corrispettivo totale di circa 0,3 miliardi di euro al cambio corrente, mentre il rimanente 2% si prevede sia ceduto sul mercato.

Sulla base dei dati al 30 settembre 2021, l'operazione relativa a Yapi Kredi avrà complessivamente un impatto positivo moderato sul CET1 ratio consolidato di Unicredit.