Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Alessandro Cocco, Chief Executive Officer di Unicron Associates, al quale abbiamo rivolto delle domande sugli indici azionari americani e su alcuni titoli Usa.

Cosa può dirci in merito al recente andamento di Wall Street e quali i possibili movimenti nel breve?

A Wall Street sono stati aggiornati i massimi, con una lieve frenata dei tre indici principali che ora potrebbero ritracciare come anche ripartire al rialzo.

Al momento c'è una leggera tensione e si sta creando una view tendenzialmente ribassista, quindi c'è il rischio che si vadano a rompere dei supporti.

C'è da dire però che l'S&P500 tiene duro e in caso di rialzi sopra i massimi, potrebbe trainare il Nasdaq Composite e il Dow Jones.

Partiamo quindi proprio dall'S&P500 che sta ballando intorno ai precedenti massimi in area 4.392 punti lo scorso 13 luglio.

Segnalo un'area supporto tra i 4.391 e i 4.372 punti, mentre al rialzo l'S&P500 dovrà superare il massimo storico a 4.429,97 punti, per poi puntare ai 4.500 punti.

In caso di violazione del supporto a 4.372 punti, l'S&P500 rischierà una flessione fino ai 4.250 punti.

Il Nasdaq Composite rimane nella zona dei precedenti massimi assoluti e in caso di spunti positivi si avrà una rottura dei record in area 14.863 punti, con approdo a quota 15.200.

In caso contrario, sotto i 14.500 punti il Nasdaq Composite potrebbe tornare verso i 14.185 punti.

Il Dow Jones ha rotto il supporto dei 34.872 punti, palesando così un'impostazione più debole di quella del Nasdaq Composite.

L'area supportiva da monitorare è quella dei 34.800-34.650 punti, la cui tenuta potrà favorire un rimbalzo verso il record segnato a 35.192 punti, oltre cui si guarderà ai 35.600 punti.

Tesla nelle ultime sedute ha dato vita ad un buon rialzo: cosa può dirci di questo titolo?

Tesla ha rotto al rialzo i 700 dollari, proseguendo lungo la tendenza rialzista innescata a fine maggio.

Per il titolo vedo ora un target al rialzo a 779 dollari, ma non escludo un'estensione fino ad area 840 dollari, prima di pensare ad un ritorno sui massimi di sempre a 900 dollari.

Al ribasso, da monitorare il supporto a 640 dollari, sotto cui Tesla scenderà verso i 600 dollari prima e i 560 dollari in seguito.

Ci sono altri titoli che vuole segnalarci a Wall Street?

Tra i titoli del Nasdaq segnalo Nikola Corporation che sta tornando sui minimi assoluti e dai livelli attuali ci si dovrebbe attendere un bel rimbalzo.

Potrebbe essere una bella opportunità di trading di breve, specie se il titolo dovesse superare al rialzo i 12,49 dollari, con primo target a 19,56 dollari prima e in seguito intorno ai 28/30 dollari.

Nikola Corporation ha già dimostrato in precedenza che può essere in grado di dare vita ad un movimento di questo tipo.