Gli NFT (Non Fungible Token) sono invenzioni che si possono far risalire al 2014, ma perché divenissero strumenti affermati e conosciuti abbiamo dovuto aspettare il 2021, anno in cui queste risorse crittografiche hanno dominato i mercati come volume di scambio.

Un Non Fungible Token può essere creato a partire da una determinata immagine o anche un file audio o video, ma ormai quando si parla di NFT come esemplari più noti vengono in mente i cosiddetti PFP. Ovvero le collezioni tra cui i Bored Ape Yacht Club (BAYC), che sono diventati il Non Fungible Token per antonomasia e che raffigurano le tanto famose scimmiette a cartone animato.

Si tratta di una collezione di 10.000 pezzi ognuno dei quali è un’immagine 2D di una scimmietta a cartone animato e ognuno di essi differisce per la posa, i colori e gli accessori. Tutti questi elementi oltre a rendere un esemplare diverso dall’altro determinano anche un diverso livello di rarità della risorsa e quindi di valore di mercato. 

Ad ogni modo, quando parliamo di questi NFT parliamo sempre di esemplari costosi con un prezzo base di acquisto che parte dai 145 ETH, che al valore odierno della moneta sono pari a circa 145.000 dollari l’uno.

La crescita del mercato degli NFT dei Bored Ape Yacht Club è stata esponenziale se si considera che il prezzo di lancio ad aprile 2021 era di circa 170 dollari a risorsa.

I Bored Ape Yacht Club (BAYC) come esempio di arte algoritmica

I Bored Ape Yacht Club, creati da Yuga Labs, sono diventati nel 2021 una vera e propria mania con alcuni esemplari acquistati da personaggi famosi per milioni di dollari.

Nel panorama dell'arte digitale esistono artisti come Beeple che creano opere uniche e vi sono poi le collezioni di NFT in serie, tra cui i PFP.

La caratteristica dei PFP, acronimo che sta per Profile Pictures, è quella di rappresentare sempre il medesimo soggetto, dove a differire sono colori e accessori che diversificano un NFT dall’altro.

I Bored Ape Yacht Club oltre ad essere PFP sono esempi di quella che si definisce arte algoritmica. Dove cioè i 10.000 esemplari non sono creati singolarmente con il supporto di programmi grafici. Ma ad essere creata è l’immagine di base, nel caso dei Bored Ape Yacht Club la scimmietta, poi i vari accessori, sfondi etc. ed a generare casualmente ognuno dei singoli pezzi, a partire dagli elementi divisi, è un algoritmo.

La classificazione dei Bored Ape Yacht Club NFT attraverso la percentuale di rarità degli attributi

Abbiamo detto che ogni NFT della collezione Bored Ape Yacht Club è uno diverso dall’altro e anche che i singoli esemplari hanno diverso livello di rarità che determina anche il loro maggiore o minore valore di mercato. Ovviamente più un Non Fungible Token è raro più questo vale.

Quanto un NFT sia raro dipende dagli attributi che possiede, nel caso dei BAYC si fa riferimento agli accessori che la scimmietta indossa.

Il principale exchange per l’acquisto di queste risorse è OpenSea, se si clicca sulle specifiche di ciascun NFT si vede che sono elencati alcuni tratti e che ad ognuno di essi corrisponde una percentuale di rarità.

Nel caso dei BAYC un NFT può possedere un massimo di 7 attributi: Sfondo; Abbigliamento; Orecchini; Occhi; Pelliccia; Cappello; Bocca.

Più il numero è basso più questo indica che il Non Fungible Token è raro, visto che la percentuale indica quante risorse all’interno dell’intera collezione possiedono un determinato accessorio. Se un particolare esemplare possiede più di un accessorio raro, dove con estrema rarità di intendo i valori che scendono sotto l’1%, allora questo determina un NFT di grandissimo valore. 

Ad esempio, dentro la collezione dei 10.000 NFT dei Bored Ape Yacht Club solo 46 esemplari vestono una pelliccia dorata, questo tratto si chiama “solid gold” e ha una percentuale di rarità sotto l’1% che determina già di per sé quelle che sono risorse di molto valore. Se poi un NFT oltre alla pelliccia d’oro possiede altri attributi altrettanto rari, con valore sotto l’1%, allora il valore complessivo del Non Fungible Token sale ancora.

Alcuni NFT estremamente rari delle tanto famose scimmiette BAYC sono stati venduti per cifre in Ethereum (ETH) pari a milioni di dollari.

I BAYC evolvono e arrivano altre due collezioni NFT di Yuga Labs

Dopo il lancio della prima collezione, cioè le scimmiette classiche: Bored Ape Yacht Club (BAYC) il progetto è andato avanti e sono arrivate le scimmiette mutanti, cioè la collezione Mutant Ape Yacht Club (MAYC). 

Ad ogni proprietario di una scimmietta BAYC è stato distribuito del “siero”, con il quale poteva avvenire il minting degli NFT della nuova collezione.

Anche in questo caso parliamo di NFT di un certo costo con un valore che per i Mutant Ape Yacht Club parte dai 40 ETH.

Oltre al siero, ai titolari di un BAYC è stata data anche la possibilità di ottenere gratuitamente, facendosi carico solo dei costi di minting, un altro NFT della collezione Bored Ape Kennel Club (BAKC). Con una grafica simile ai BAYC, ma dove il soggetto base è un cane e non una scimmia.