Ormai tutti sanno che cos’è un metaverso, termine con cui si indicano le realtà virtuali, costruite per fornire agli utenti un'esperienza di vita in digitale dove possedere appezzamenti di terreno e immobili.

La fama del metaverso la si deve a progetti molto famosi e affermati quali Decentraland e The Sandbox, che sono realtà virtuali costruite su Blockchain quindi dove le risorse digitali sono NFT. Il problema di questi metaversi è che la fama raggiunta ha fatto sì che ospitassero immobili virtuali di personaggi noti e store virtuali di marchi famosi, il che rende per quanti sognano una casa nel metaverso impossibile avvicinarsi a queste realtà dove un lotto di terreno parte da un prezzo di acquisto di migliaia di euro.

Altro problema legato al metaverso è la scarsità di lotti, al pari del mondo reale le realtà virtuali non sono infinite e abbiamo quindi una scarsità di appezzamenti di terreno e immobili nei metaversi esistenti come quelli appena citati.

Per fortuna però lasciando da parte questi problemi che attanagliano i metaversi famosi tantissime sono le realtà in fase di lancio che saranno pronte nelle piene funzionalità nel 2022 e che permetto ancora di acquistare in libertà un appezzamento di terreno NFT, in gergo chiamato LAND.

A questo proposito è ora live la vendita di NFT delle LAND che garantiscono uno spazio all’interno di Bloktopia che è uno dei metaversi più promettenti in assoluto.

Chi acquista uno di questi NFT avrà uno spazio da abbellire come vuole e anche un NFT con cui fare trading dall’alto potenziale all’interno di un metaverso dedicato ai Bitcoin e costruito come un grattacielo di 21 piani.

Che cos’è il metaverso Bloktopia e quali sono le sue potenzialità

Bloktopia è un metaverso costruito su Blockchain tutto a tema crypto. La veste grafica sarà quella di un grattacielo virtuale di 21 piani e il numero non è casuale. Perché Bloktopia intende prima di tutto omaggiare con la sua esistenza la regina delle criptovalute che è il Bitcoin e perciò ha 21 piani in quanto il codice sorgente della valuta digitale permette la coniazione con il mining di soli 21 milioni di BTC.

Questo ecosistema sarà basato su una criptovaluta nativa, cioè l’utility token costruito sulla rete Polygon BLOK, con 1 BLOK che vale circa 0,008 €.

Uno dei punti di forza di questo metaverso sono le partnership già strette con aziende crittografiche molto note. All’interno del grattacielo virtuale alcuni spazi sono stati comprati già comprati da queste società che sposteranno all’interno il loro headquarter virtuale. Il team di sviluppo di Bloktopia ha comunicato in modo piuttosto scherzoso che anche i Bitcoin avranno una sede all’interno, ma non sono arrivate conferme o smentite di sorta.

Live la vendita dei Reblok, le LAND NFT del Metaverso Bloktopia

Veniamo all’acquisto delle LAND, cioè NFT che danno il diritto ai proprietari di avere uno spazio personale all’interno del metaverso Bloktopia.

Il 25 maggio è andata live la vendita dei primi delle LAND NFT con la possibilità al momento di aggiudicarsi un proprio spazio nel grattacielo virtuale.

Tuttavia al momento il prezzo di un lotto è di 1.200.000 BLOK, se si considera che 1 BLOK vale circa 0,008 € il prezzo di un intero NFT è esorbitante e pari a quasi 10.000 euro.

È evidente che per i suoi proprietari Bloktopia pensa a business importanti, senza però escludere la partecipazione al metaverso anche ai i comuni mortali.

Si può infatti tramite i Jobe Pool possedere una quota di un NFT di una LAND, in Bloktopia chiamate REBLOK, e ricevere una rendita passiva.

Cosa sono i Job Pool con cui si acquistano quote degli NFT dei Reblok di Bloktopia 

I Jobe Pool sono qualcosa di molto simile agli staking pool, con cui si possiede una quota di uno degli NFT del metaverso Bloktopia.

Il primo passo è acquistare la criptovaluta BLOK in multipli di 4.800, perché lo staking prevede che si vincolino ricevendo interessi annui un minimo di 4.800 BLOK che corrispondo ad una quota del Non Fungible Token di un Reblock.

In pratica si deposita la somma in multipli di 4.800 BLOK sulla piattaforma e si riceve il 10% di interesse annuon pagato mensilmente il 2 di ogni mese.

Chi acquista un NFT di un Reblok paga una quota di partecipazione a quanti hanno criptovalute vincolate nei Jobe Poole, corrispondenti a quello spazio.

Al momento sono attivi 48 Jobe pool, con gli spazi quasi tutti occupati, ma dovrebbero esserne aperti altri in seguito. In ogni caso, se un utente ritira le sue criptovalute c’è la possibilità per un altro utente di subentrare al suo posto nei Jobe pool. Perciò quanti sono interessati a questa forma di rendita passiva dalle criptovalute farebbero bene a verificare periodicamente la disponibilità di posti nei pool.

Ricordiamo che BLOK è un token costruito sulla rete Polygon e perciò ogni volta che si vincolano i token o si effettuano transazioni sarà necessario anche possedere alcuni token della criptovaluta MATIC, che è la moneta digitale nativa di Polygon, così da poter pagare le commissioni sulle operazioni.

Per quanto riguarda i wallet crittografici Bloktopia richiede l’utilizzo ed il collegamento di MetaMask, in cui può comunque essere importato l’indirizzo di un diverso portafogli.

Bloktopia e gli Adblock: altri NFT che creano una rendita passiva per i titolari

Bloktopia è un metaverso che si concentra molto sull’opportunità di fornire agli utenti una rendita passiva attraverso il possesso di NFT e criptovalute.

Oltre ai Job pool che assegnano un interesse del 10% annuo se si vincolano criptovalute BLOK, il metaverso offrirà presto la possibilità di acquistare NFT di un altro tipo di risorse che sono gli Adblok.

Questi NFT sono cartelloni e board pubblicitari all’interno del grattacielo virtuale, che saranno noleggiati alle società che vogliono farsi pubblicità nel metaverso. In questo modo i proprietari degli NFT riceveranno una rendita passiva per le pubblicità al loro interno.

Come sarà costruito nell’aspetto e nelle funzionalità il metaverso Bloktopia

Scendendo un po’ più nei dettagli del metaverso e del suo aspetto, questo sarà costituito di 21 piani ognuno dei quali avrà specificità proprie.

I livelli fondamentali per l’esplorazione della realtà digitale saranno 1,6 e 21.

Al piano 1 si trova l’hub centrale dove si possono trovare qualsiasi tipo di notizie sulle criptovalute anche sul metaverso stesso. Il sesto piano sarà dedicato all’auditorium dove si potranno ascoltare lezioni sulle criptovalute.

Mentre il piano 21 è lo spazio dedicato ai videogiochi play-to-earn, una sorta di sala giochi nel metaverso.

Anche i Bitcoin avranno un headquarter virtuale nel metaverso?

Abbiamo detto che Bloktopia gode già di partnership importanti per il suo metaverso, ma quella che ancora si attende è la conferma ufficiale che nella realtà virtuale sarà ospitato anche l’headquarter dei Bitcoin.

Il 1 aprile un comunicato stampa del team di Bloktopia è apparso su Cointelegraph e recava il titolo: “It may be April Fools’ Day but this is no joke! Bitcoin to launch virtual HQ in the Blocktopia metaverse”.

L’articolo corredato da video annunciava che i Bitcoin avranno una sede nel metaverso e questo sarà Bloktopia, qui scherzosamente si diceva anche che il team aveva avuto l’onore di incontrare Satoshi Nakamoto che è lo pseudonimo dietro cui si nasconde il padre dei Bitcoin.

Pochi giorni dopo sul canale Telegram il team di Bloktopia confermava che l’aver incontrato Satoshi Nakamoto era un pesce d’aprile, ma afferma e che la partnership stretta con i Bitcoin era cosa veritiera e che a loro sarà riservato uno spazio nel metaverso.

Su questa notizia non sono arrivate altre conferme, ma ormai il metaverso è prossimo al lancio e presto potremo vedere con i nostri occhi se anche i BTC hanno una sede all'interno.