Le frontiere del metaverso si allargano grazie ad un nuovo progetto chiamato “Onston”, il cui obiettivo è creare un multi-metaverso! 

“Metaverso” è un termine divenuto popolare per indicare i mondi virtuali 3D esplorabili, i quali però costituiscono unità a sé stanti e indipendenti le une dalle altre.

Diversamente la piattaforma Onston mira a creare un insieme di più metaversi, cioè realtà virtuali, tutte operanti su blockchain e ognuna delle quali con specifiche finalità diverse, ma collegate tutte dalla medesima piattaforma in modo che l’utente possa passare dall’una all’altra con facilità.

Per essere più chiari, quando esploriamo una realtà virtuale 3D su blockchain, anche detta metaverso crypto, abbiamo in genere o mondi i dedicati ad un tema specifico come il calcio, un esempio sono i videogiochi play-to-earn, che sono anche open world esplorabili e dove si può vivere da dirigenti di una squadra di calcio, questo è l’esempio di MetaSoccer.

Abbiamo poi mondi digitali generici come The Sandbox e Decentraland non dedicati ad un tema nello specifico, ma dove si trova di tutto: dai giochi alle scommesse, per finire alle imprese virtuali, basti pensare che la JP Morgan una delle banche più famose al mondo ha la sua filiale virtuale operante nel metaverso.

Onston invece è un progetto che mira a creare più metaversi, ciascuno con finalità indipendenti, ma tutti collegati attraverso una medesima piattaforma: un multi-metaverso.

L’intera piattaforma, che trattandosi di un metaverso crypto sarà anche un assemblato di risorse grafiche NFT, baserà il suo ecosistema sulla criptovaluta omonima Onston. Una nuova moneta digitale dall'indubbio potenziale che sarà anche l’utility token del multi-metaverso, quello cioè con cui avvengono acquisti e scambi di NFT e altre risorse sulla piattaforma.

Onston: più metaversi racchiusi in un’unica piattaforma

Onston punta alto anche dal punto di vista della tecnologia perché per il suo multi-metaverso mira a utilizzare realtà virtuale (VR) e realtà aumentata (AR).

Saranno quindi a disposizione diversi metaversi con contenuti differenti e collegati tramite un'unica piattaforma. Non solo dal punto di vista concettuale, ma anche grafico Onston va concepito come una galassia di metaversi unici in cui l’utente può liberamente spaziare con un click, in base alle ambientazioni e in base alle tematiche che preferisce.

Come progetto di avvio è prevista la creazione di sei pianeti che corrispondono ad altrettante realtà virtuali, dove al centro di tutto si trova la capitale Onston, che sarà anche il centro più poliedrico dove si svolgono le attività più varie.

Su ognuno di questi pianeti/metaverso, che nel linguaggio specifico di questo universo si chiamano AREA, si potranno acquistare LAND NFT, ovvero possedere appezzamenti di terreno e immobili in questi mondi virtuali e fare trading con essi.

Per lo scambio degli NFT è prevista la creazione di un unico marketplace, sempre al fine di facilitare l’esperienza di esplorazione, dove gli utenti potranno trovare le risorse di tutti i metaversi che fanno parte del progetto in un unico luogo.

Per quanto riguarda il concetto generico di “metaverso”, be Curious Finance ci offre un video YouTube in cui viene spiegato in 4 minuti cosa esso sia:

  

Come sarà formato il metaverso principale di Onston e quali attività di possono svolgere all’interno

Il primo metaverso, cioè il primo pianeta di questa galassia, rappresenta la città di Onston che è anche il luogo principale di tutto il multi-metaverso. Questo avrà una serie di immobili tra cui un NFT Museum, cioè una galleria di arte digitale dove gli artisti potranno esporre i propri Non Fungible Token e anche venderli organizzando aste virtuali.

Ancora, sarà presente un parco giochi virtuale, che è pensato per l’esperienza con visore 3D dove praticamente gli utenti potranno esplorare giocando e vivere la sensazione delle montagne russe che, per chi non l’ha mai provata, con visore per realtà virtuale è davvero un’esperienza unica.

Un altro dei palazzi di questa città sarà l’Oriental Castle dove saranno anche introdotte le caratteristiche e le funzionalità degli altri metaversi che fanno parte di Onston.

È presente poi la Western-style tower, che di fatto è una riproduzione 3D della torre Eiffel e che ospita minigiochi play-to-earn.

Altro elemento importantissimo di questa città è la scultura di un immenso dinosauro che si trova all’interno e che funge da portale per raggiungere gli altri metaversi.

Ci sono poi una quantità di locali virtuali e piscine che fungono da luogo di socializzazione dove incontrare gli altri utenti della piattaforma e dove si organizzano eventi online. Non poteva ovviamente mancare una Concert Hall dove si organizzeranno concerti in streaming da vedere live in 3D.

Uno sguardo ravvicinato agli NFT delle LAND del metaverso

Come abbiamo già osservato in precedenza Onston è un “metaverso crypto”, cioè che lavora su una piattaforma blockchain e dove tutte le risorse grafiche sono NFT.

Alcuni di questi NFT si chiamano LAND e acquistandoli si acquista di fatto un immobile o una porzione di terreno nel metaverso che si può personalizzare e abbellire a piacimento.

Sviluppare e personalizzare un NFT di una LAND ne aumenta sempre notevolmente il valore di mercato, ad esempio acquistando una risorsa che corrisponde ad un appezzamento di terreno “vergine” e costruendoci sopra un immobile il prezzo del Non Fungible Token sale in modo esponenziale.

A questo scopo gli utenti di Onston avranno a disposizione una serie di strumenti gratuiti con cui creare oggetti NFT da inserire nel metaverso.

Con il metaverso nasce anche la criptovaluta ONSTON che regge l’intero ecosistema

Se una delle caratteristiche del metaverso crypto è quella di avere risorse grafiche in forma di Non Fungible Token, altro aspetto immancabile è che tali ecosistemi si reggono sulle criptovalute, in quanto anche loro applicazioni in grado di interagire con la medesima Blockchain.

Ovvero, per l’acquisto di qualsiasi cosa nel metaverso, compresi gli NFT nel marketplace, si dovranno usare criptovalute.

Al fine di raggiungere un’autonomia completa di vita Onston ha “coniato” la sua criptovaluta nativa dal nome omonimo.

Seguendo le rilevazioni di CoinMarketCap 1 ONSTON vale 0,07€ ad unità. Il prezzo degli di questo tipo di moneta digitale è comunque sempre influenzato in parte dai progressi effettuati nel lancio del metaverso stesso, quando cioè possono svolgere la loro funzione di utility token, cosa che determina anche il rialzo di prezzo.

Al momento la criptovaluta Onston (Erc-20) si trova in listing per l’acquisto su piattaforme come KuCoin e Huoboi. Oppure, trattandosi di un token ERC-20, cioè che lavora sulla blockchain di Ethereum, si può usare l'exchange DEX Uniswap con questo indirizzo per la criptovaluta: 0x47b9f01b16e9c9cb99191dca68c9cc5bf6403957.

Molto presto sulla piattaforma sarà offerta agli “holder” della criptovaluta Onston la possibilità dello staking, cioè di vincolare una somma e ricevere una percentuale di interesse annuo (APY).

Uno sguardo alla roadmap del metaverso

Onston è un metaverso il cui progetto di nascita è stato avviato quest’anno è che presto dovrebbe vedere il lancio vero e proprio della realtà virtuale, seppur con funzionalità parziali.

Lo sviluppo della piattaforma andrà comunque avanti per tutto l’anno seguente al fine di attivarne tutte le funzionalità. 

Il completamento della roadmap influenza direttamente anche il valore di mercato delle risorse crittografiche collegate al metaverso, come NFT e criptovalute.