Il 9 luglio 2020 AMCO *ha chiuso con successo una nuova emissione obbligazionaria senior unsecured ripartita in due tranche, per un importo nominale di *€1.250 milioni con scadenza a 3 anni, e di €750 milioni con scadenza a 7 anni.
Il totale degli ordini delle due tranche ha raggiunto €5 miliardi da parte di 243 istituzioni, ed è pari a 2,5 volte l'ammontare dell'emissione totale, a prova dell'*elevato livello di interesse *riscontrato nel mercato.

L'emissione conferma la capacità di AMCO di attrarre una base di investitori stabile di diversa provenienza geografica. Oltre il 60% delle allocazioni è ad investitori esteri. Gli investitori che hanno partecipato all'operazione includono asset managers, banche e istituzioni finanziarie. L'obbligazione con scadenza a 3 anni ha una cedola fissa annua dell'1,500%, ed un prezzo di emissione del 99,752%.

L'obbligazione con scadenza a 7 anni ha una cedola fissa annua del 2,250%, ed un prezzo di emissione del 99.486%. A riprova del forte interesse ricevuto dall'operazione, le indicazioni iniziali di prezzo sono state ridotte durante il corso della giornata di un ammontare fino a 35 punti base. L'ammontare finale dell'emissione è stato pari a €2 miliardi. Il regolamento è previsto per il 17 luglio 2020. I titoli saranno quotati al mercato regolamentato di Lussemburgo.

La scadenza dell'obbligazione a 3 anni è fissata per il 17 luglio 2023, e la scadenza dell'obbligazione a 7 anni è fissata per il 17 luglio 2027.

L'obbligazione, dedicata a investitori istituzionali, è stata emessa all'interno dell'Euro Medium Term Note Programme di AMCO, con un rating atteso di BBB (Standard & Poor's) e BBB- (Fitch). UBS Europe SE e J.P.Morgan Securities Plc hanno agito in qualità di Global Coordinators dell'operazione, e Equita, Morgan Stanley, Societè Generale e UniCredit in qualità di Joint Lead Managers dell'operazione. RCCD e Clifford Chance hanno agito in qualità di advisor legali, rispettivamente per AMCO e per le banche.

  • AMCO – Asset Management Company S.p.A.
    *AMCO è una full-service credit management company, interamente partecipata dal Ministero dell'Economia e delle Finanze. E' uno dei principali operatori nella gestione delle posizioni NPE in Italia, in una fase di forte crescita. A giugno 2020 gestisce €33 miliardi pro-forma di asset under management frazionati in 244.000 controparti, di cui €14 miliardi di Unlikely to Pay e Past Due, che includono posizioni relative a 56.000 aziende italiane. AMCO presiede l'intero processo di gestione dei crediti deteriorati, con un modello di fully integrated servicing, anche con il coinvolgimento di partner terzi specializzati. AMCO opera ponendosi come partner di tutti gli stakeholder, con un approccio gestionale volto a favorire la sostenibilità dell'impresa, anche erogando direttamente nuova finanza per favorire la continuità delle aziende e il loro rilancio industriale. Gli obiettivi di AMCO sono il raggiungimento di elevati livelli di performance nella gestione degli NPE e una crescita sostenibile facendo leva su economie di scala. Questi obiettivi sono perseguiti attraverso una strategia di gestione diversificata tra sofferenze e UTP, un'organizzazione rigorosa delle strutture e delle risorse con competenze specialistiche, un monitoraggio continuo e puntuale delle attività di gestione. La società conta su 258 risorse dislocate in 3 sedi in Italia: Milano, Napoli e Vicenza. A queste si aggiunge un ufficio in Romania.

(GD - www.ftaonline.com)