Ancora in deciso rialzo nel pomeriggio il titolo di Saras, che guadagna il 4,26% e si riporta a 1,90 euro dopo un allungo a 1,928. L'azione della società di raffinazione di casa Moratti con quest'ultimo massimo ha colmato il gap down apertosi nei prezzi tra il 12 e il 15 gennaio scorsi. Confermato con la ripresa dei volumi e il deciso superamento dei massimi di fine febbraio (a 1,855 euro) l'intenzione di prolungare il recupero dai minimi a 1,56 del 14 febbraio.

Il gruppo Saras ha presentato i dati del 2017 *e il *piano industriale 2018-2021. L'esercizio si è concluso con un *utile netto *in crescita del 23% a oltre 240,8 milioni (+39% per il comparable). e con la proposta di una *cedola da 0,12 euro *(dividend yield del 7%). Il piano ha inoltre indicato l'auspicio di un contesto favorevole alla raffinazione nei prossimi quattro anni anche grazie alla normativa IMO sulle emissioni dei motori marini. Saras investirà 800 milioni nel periodo del piano industriale e ritiene di potere ampiamente coprire questi investimenti con la generazione di cassa attesa tra 1,95 e 2,05 miliardi nei quattro anni.

(GD - www.ftaonline.com)