Il Consiglio di Amministrazione di Banca Mediolanum S.p.A., riunitosi oggi, ha approvato il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2021 e il prospetto contabile di Banca Mediolanum S.p.A alla stessa data. Sulla base di quest'ultimo, il Consiglio ha deliberato una distribuzione di un Acconto di Dividendo di € 0,23 per azione – al lordo delle eventuali ritenute di legge – a partire dal 24 novembre 2021, con stacco cedola (n. 11) al 22 novembre 2021 (record date 23 novembre). Il dividendo – ai sensi dell'art. IA 2.1.2 delle Istruzioni al Regolamento di Borsa – ha carattere ordinario.

? UTILE NETTO PRIMI NOVE MESI: € 376 milioni, +50%
? MASSE AMMINISTRATE: € 104 miliardi, +19%
? IMPIEGHI ALLA CLIENTELA: € 13,76 miliardi, +19%
? COMMON EQUITY TIER 1 RATIO (CET1): 20,4%
? ACCONTO DIVIDENDO 2021: € 0,23 PER AZIONE

Massimo Doris, Amministratore Delegato di Banca Mediolanum commenta: "Alla base dei risultati straordinari presentati oggi vi è il valore strutturale del nostro modello strategico quanto mai attuale e aderente alla realtà dei giorni che viviamo. Tramite i nostri Family Banker ogni giorno diamo infatti risposte concrete a tutti i bisogni finanziari dei nostri clienti e siamo per loro un riferimento ancor più prezioso dinanzi all'incertezza dello scenario attuale caratterizzato da tassi negativi e dal rincaro prezzi e la conseguente necessità di proteggere e mantenere i propri stili di vita. Attraverso la nostra proposizione, siamo poi in grado di fornire un servizio bancario efficiente e istantaneo, ovvero pienamente in linea con i bisogni e i canoni dell'epoca digitale in cui viviamo. In termini di numeri, voglio in questa sede evidenziare la crescita delle masse amministrate sino alla cifra di 104 miliardi di euro: quel che più è significativo è che questo ulteriore incremento di due miliardi nell'ultimo trimestre è riconducibile interamente a flussi positivi e crescenti di raccolta netta. Ricordo poi l'attivo della banca, ormai stabilmente oltre la soglia dei trenta miliardi, motivo per il quale, da gennaio 2022 entreremo nel novero delle banche significative in Europa e saremo pertanto vigilati direttamente da BCE. Infine, sono veramente felice di poter annunciare il ritorno a un'organica politica di dividendi per la quale verrà riconosciuto a novembre un acconto di dividendo sull'esercizio 2021 di 23 centesimi per azione".

(RV - www.ftaonline.com)