Il Consiglio di Amministrazione di Be Think Solve, Execute (in breve Be) quotata sul Segmento STAR di Borsa Italiana ha approvato il progetto di Bilancio di Esercizio e Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2018 e convocato l'Assemblea dei soci.

• Valore della Produzione pari a 150,2 €/mln (129,7 €/mln nel 2017)
• EBITDA pari a 23,6 €/mln (17,2 €/mln nel 2017)
• EBIT pari a 11,3 €/mln (9,0 €/mln nel 2017)
• EBT pari a 10,1 €/mln (7,7 €/mln nel 2017)
• PFN positiva per 0,9 €/mln (-5,5 €/mln al 31.12.2019)
• Proposta di Dividendo unitario con DY al 2,44%, Euro 0,022 per azione

Il bilancio oggi presentato è il risultato di un anno brillante - dichiara Stefano Achermann, CEO di Be - con dimensioni solide ed in decisa crescita. Il risultato è ancor più significativo se si considera che esso contiene accantonamenti per 2,4 ml/ € per costi di cessazione del segmento "Operations" non più strategico per l'attività del Gruppo. Tutte le dimensioni di business hanno sovra performato con incrementi anche oltre il 30% rispetto al 2017. Significativo anche il passaggio in positivo della PFN, nonostante i dividendi distribuiti e l'avvio del buy-back. Proporremo all'Assemblea di incrementare la dimensione del dividendo sino a 0,022 per azione per un dividend yield del 2,44%. Con questa performance abbiamo raggiunto con un anno di anticipo gli obiettivi di crescita organica contenuti nel piano di azienda 2017-2019. Valuteremo nelle prossime settimane una ridefinizione delle nostre strategie per sostenere e rendere ancor più robusto il nostro processo di crescita nei prossimi 36 mesi.

Evoluzione prevedibile della gestione
Alla luce dei risultati registrati dal Gruppo nel 2018, sono stati raggiunti con un anno di anticipo i target di crescita interna, in termini di marginalità operativa, definiti dal Piano di Industria 2017-2019. E' ragionevole confermare uno scenario di crescita dei ricavi e degli utili anche per l'esercizio 2019.