BFF Bank S.p.A. (la "Banca") comunica di aver portato a termine con successo l'emissione di un prestito obbligazionario da qualificarsi quale capitale addizionale di classe 1 ai sensi della vigente normativa applicabile, destinata a investitori istituzionali, per un ammontare pari a 150 milioni di euro. L'operazione è volta all'ottimizzazione e al rafforzamento della struttura di capitale della Banca, nonché alla diversificazione delle fonti finanziarie della stessa. I titoli sono perpetui (con scadenza legata alla durata statutaria della Banca) ed è prevista una facoltà di rimborso anticipato, il cui esercizio è soggetto al rispetto dei requisiti regolamentari applicabili, nel periodo tra il 19 gennaio 2027 e il 19 luglio 2027, e successivamente ad ogni data di pagamento delle cedole. La cedola è semestrale, non cumulativa e, con riferimento ai primi 5,5 anni del titolo, fissata al 5,875%; in seguito, ove non venga esercitata la facoltà di rimborso anticipato, la stessa verrà ridefinita ad intervalli di 5 anni sulla base del tasso swap di pari scadenza vigente al momento, maggiorato dello spread originario. Il pagamento delle cedole è totalmente discrezionale e soggetto a talune limitazioni. Il trigger del 5,125% sul Common Equity Tier1 (CET1) prevede che, qualora il coefficiente CET1 del Gruppo o della Banca scenda al di sotto di tale soglia, il valore nominale dei titoli sarà ridotto temporaneamente dell'importo necessario a ripristinarne il livello, tenendo conto anche degli altri strumenti con caratteristiche similari e stesso livello di subordinazione. Il rating creditizio atteso per le obbligazioni è B2, attribuito da Moody's. Il prestito obbligazionario è stato distribuito a diverse tipologie di investitori istituzionali quali principalmente Hedge Fund and Asset Management, con una ampia distribuzione geografica nell'allocazione finale per l'80% in UK e in Italia. La data di regolamento dell'emissione è prevista per il 19 gennaio 2022. Il titolo è destinato alla quotazione sul sistema multilaterale di negoziazione della Borsa di Dublino (Global Exchange Market). Nel contesto dell'emissione Morgan Stanley ha agito in qualità di Sole Global Coordinator e Sole Bookrunner. L'Emittente è stato assistito dallo studio legale White & Case (Europe) LLP e, in relazione agli aspetti fiscali, dallo studio legale Gatti Pavesi Bianchi Ludovici. Clifford Chance Studio Legale Associato ha assistito Morgan Stanley.


La Banca ha approvato un programma di riacquisto avente ad oggetto i seguenti prestiti obbligazionari: (i) €200,000,000 2.00 per cent. Notes due 2022 (le "Obbligazioni 2022"); e (ii) €300,000,000 1.750 per cent. Senior Preferred Notes due 23 May 2023 (le "Obbligazioni 2023" e, congiuntamente alle Obbligazioni 2022, le "Obbligazioni"). A seguito della tender offer annunciata e conclusa lo scorso giugno 2021, rimangono in circolazione circa €42,8 milioni in ammontare nominale di Obbligazioni 2022 e circa €40,0 milioni in ammontare nominale di Obbligazioni 2023. Le operazioni di riacquisto potranno riguardare l'intero importo delle Obbligazioni in circolazione e saranno effettuati mediante contropartita diretta sul mercato fino al 30 giugno 2022. Il prezzo massimo a cui avverranno gli acquisti cambierà in funzione delle variazioni quotidiane del titolo. Il programma di riacquisto è volto a consentire alla Banca di ottimizzare la propria struttura patrimoniale e di utilizzare proattivamente la propria liquidità disponibile, pur mantenendo un approccio prudente alla liquidità. I titoli riacquistati saranno annullati. La Banca annuncia inoltre che, ove l'importo nominale delle Obbligazioni 2022 in circolazione a seguito dei riacquisti e cancellazioni sia pari a €30 milioni o inferiore, la Banca potrà esercitare l'opzione di rimborso anticipato alla pari prevista dalla clausola 6(c) (Clean-Up Call Option) del regolamento delle Obbligazioni 2022.

(RV - www.ftaonline.com)