Borsa italiana positiva: Ftse Mib +0,61%.

Mercati azionari europei in verde. Wall Street positiva: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,3%, Nasdaq Composite +0,4%, Dow Jones Industrial +0,4% (nuovi massimi storici intraday per i tre indici). A Milano il Ftse Mib ha terminato a +0,61%, il Ftse Italia All-Share a +0,62%, il Ftse Italia Mid Cap a +0,75%, il Ftse Italia Star a +0,81%.

*Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata odierna segnaliamo che negli USA l'indice del mercato immobiliare NAHB *si e' attestato nel mese di settembre a 64 punti, dai 67 punti del consensus e della rilevazione precedente (rivista da 68 punti). Eurostat ha comunicato che nel mese di agosto il dato relativo all'indice dei prezzi al consumo (CPI definitivo) dell'eurozona è cresciuto dell'1,5% su base annuale in linea con le attese e con la stima preliminare. In calo dello 0,3% l'inflazione mensile dopo la variazione nulla della lettura precedente. L'indice Core (esclusi i prezzi di energia, cibo, alcool e tabacco) cresce dell'1,2% rispetto ad agosto 2016. L'Istat a luglio 2017 ha registrato in Italia un aumento per le esportazioni (+5,1%) e per le importazioni (10,5%). A luglio 2017 il surplus commerciale si è attestato a 6,56 miliardi (+4,5 miliardi a luglio 2016).

*Telecom Italia (+4,74%) in netto rialzo. *Il Sole 24 Ore nel fine settimana ha scritto che il governo sembra intenzionato ad attivare il cosiddetto golden power a tutela di aziende portatrici di interessi nazionali strategici. A tal proposito l'esecutivo avrebbe ipotizzato un piano per scindere Telecom in due società, una comprendente la rete fissa, Sparkle e Telsi (gli asset ritenuti strategici) e di cui la Cdp prenderebbe una quota del 23,9%, l'altra con i servizi commerciali della compagnia telefonica. Intanto secondo indiscrezioni Vivendi (-0,4%), primo azionista di Telecom con il 23,9%, avrebbe inviato al governo la notifica relativa alla sua posizione nel gruppo.