Bene anche FinecoBank +1,8% a 10,99 euro: ieri ha comunicato che nel terzo trimestre ha realizzato un utile netto adjusted pari a 60,8 milioni di euro, +13,3% a/a. HSBC e MainFirst hanno incrementato i rispettivi target del titolo a 12,00 e 12,50 euro.

*Poste Italiane (-1,5%) *chiude il terzo trimestre 2019 con risultati superiori al consensus degli analisti pubblicato sul sito del gruppo ma evidentemente in buona parte già incorporati nei prezzi. I ricavi si sono attestati a 2,568 miliardi di euro, +1,8% a/a e sopra i 2,551 attesi; l'EBIT (risultato operativo) a 459 milioni, +0,8% a/a e sopra i 431 attesi; l'utile netto a 320 milioni, -0,4% a/a ma ben al di sopra dei 298 attesi. Il cda, alla luce dell'andamento della situazione economica e finanziaria nel primo semestre del 2019, nonché della prevedibile evoluzione della gestione per l'esercizio in corso, ha approvato la distribuzione di un acconto del dividendo ordinario previsto per il corrente esercizio pari a 0,154 euro per azione (in pagamento a decorrere dal 20 novembre 2019). Il dividendo complessivo dell'esercizio 2018 era stato di 0,441 euro.

Debole il settore auto, in fisiologica correzione dopo il rally delle tre sedute precedenti: l'indice EURO STOXX Automobiles & Parts segna -0,6%. Pirelli -0,5, FCA -0,9%, Ferrari -0,7%, Brembo -0,7%.

*Maps +4,2% *accelera al rialzo dopo che Eiffel Investment Group ha comunicato la sottoscrizione di una partecipazione pari al 5,47%, superiore alla soglia di rilevanza del 5%, al capitale sociale, a seguito della conversione dei "Warrant Maps S.p.A. 2019- 2024". Eiffel Investment Group è una società di asset management focalizzata nel finanziamento di PMI europee quotate e non quotate.