Borsa italiana sui minimi dall'11 gennaio: FTSE MIB -1,44%.

*Mercati azionari europei negativi. Wall Street in flessione: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -1%, Nasdaq Composite -0,9%, Dow Jones Industrial -1,3%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -1,44%, il FTSE Italia All-Share a -1,48%, il FTSE Italia Mid Cap a -1,80%, il FTSE Italia STAR a -1,79%.

Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA a gennaio i nuovi posti di lavoro, nei settori non agricoli, sono cresciuti di 200 mila unita'. Il dato e' superiore alle attese degli analisti che si aspettavano una crescita di 184 mila impieghi. Il tasso di disoccupazione si attesta al 4,1%, pari alla rilevazione precedente e alle attese. Il Dipartimento del Commercio U.S. ha annunciato che nel mese di dicembre gli ordini industriali sono cresciuti dell'1,7% dopo l'incremento dell'1,7% registrato a novembre. Gli economisti avevano stimato una crescita dell'1,5% su base mensile. Gli esperti dell'Universita' del Michigan e di Reuters hanno rivisto al rialzo la stima preliminare dell'indice sulla fiducia dei consumatori statunitensi del mese di gennaio a 95,7 punti dai 94,4 punti della prima lettura. Le aspettative degli analisti erano fissate su un indice pari a 95 punti. Il dato dell'Eurozona relativo ai prezzi alla produzione di dicembre diffuso dall'Eurostat segna una variazione positiva dello 0,2% su base mensile, risultando inferiore al consensus (fissato a +0,3%) e in rallentamento dal +0,6% di novembre. Su base annuale l'indice fa registrare un incremento del 2,2% dal +2,8% rilevato in precedenza (consensus +2,3%). L'Istat rende noto che in Italia, nel mese gennaio 2018, secondo le stime preliminari, l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, aumenta dello 0,2% su base mensile e dello 0,8% su base annua (era +0,9% a dicembre 2017).